Per il Gran Premio di Spagna e quello di Montecarlo c’è ancora tempo. Le novità regolamentari introdotte quest’anno nella selezione delle mescole da parte dei team a ogni gran premio fa sì che si debba comunicare alla Pirelli la scelta delle coperture per ogni pilota con 14 settimane di anticipo sulle gare extraeuropee e 8 settimane su quelle continentali. Così, dopo aver scoperto le opzioni possibili per le scuderie nei primi quattro gran premi dell’anno, fino a Sochi (1 maggio) – peraltro tutti caratterizzati dall’abbinata gomme supermorbide, morbide e medie – il gommista svela quali saranno i compound selezionabili dai team per il Gran Premio del Canada (12 giugno) e quello d’Europa a Baku (19 giugno). Dopo l’esordio a Montecarlo (29 maggio), non ancora ufficializzato ma ritenuto scontato, delle gomme Ultrasoft, anche in Canada saranno a disposizione dalle scuderie, insieme alle supermorbide e morbide. Ricordiamo come il meccanismo di scelta preveda che due mescole elette dalla Pirelli debbano necessariamente portarsi in gara, con l’utilizzo di almeno uno dei due treni, un terzo, invece, sarà reso disponibile per la Q3 e sarà della mescola più morbida prevista per l’evento. “Bloccati” tre set di coperture, i team avranno libertà di movimento sui restanti 10 treni. A Baku, su un circuito cittadino, all’esordio nel mondiale, i tecnici della casa della P lunga offriranno le tre alternative che caratterizzeranno i primi appuntamenti del campionato, quindi ancora gomme supermorbide, morbide o medie. Fabiano Polimeni