Forte di tre vittorie ottenute nelle prime tre gare della stagione, è comprensibile che Nico Rosberg voglia tornare in pista appena possibile, tentando di consolidare il proprio vantaggio in classifica generale nei confronti del compagni di squadra e campione in carica Lewis Hamilton. Domenica 1° maggio si corre il GP di Russia e il tedesco della Mercedes arriva a Sochi “bello carico”: “E’ grandioso avere la consapevolezza di avere la macchina più veloce e l’obiettivo, ovviamente, è vincere la gara. Rosberg sul circuito del Mar Nero ha fatto registrare un secondo posto, dietro a Hamilton, nel 2014, mentre la scorsa stagione era stato costretto al ritiro per noie all’acceleratore mentre il compagno di team conquistava nuovamente la vittoria consegnando al team il titolo costruttori. E Lewis è sempre l’uomo da battere: “E’ tutt’ora il punto di riferimento e il campione in carica ma – prosegue Rosberg – Ferrari non ha ancora mostrato tutto il potenziale e Red Bull sta dimostrando di essere molto forte, per cui è lecito attendersi una bella battaglia”. GP di Russia 2015, l'analisi Mancano ancora 18 gare alla fine del mondiale e Nico cerca di tenere i piedi per terra, nonostante abbia vinto gli ultimi sei GP disputati: “Per il momento sto cercando di focalizzarmi una gara dopo l’altra cercando di fare al meglio delle mie capacità. Questo approccio sta funzionando e ora non vedo l’ora di scendere in pista a Sochi: lo scorso anno era andata bene per tutto il weekend prima che un problema tecnico mi mettesse fuorigioco e l’anno precedente mi ero divertito a rimontare dalle retrovie fino al podio. Sono sicuro di essere competitivo su questo circuito”. Francesco Colla