Il problema che ha fermato Sebastian Vettel nel corso della seconda sessione di prove libere è stata una sorta di "panne elettrica", un sovraccarico e/o un cortocircuito che hanno mandato in protezione la gestione della power unit, spegnendola. Purtroppo, però, sembra che questo black out improvviso abbia avuto ripercussioni sul cambio, danneggiandolo. Questo anche perché già nel GP scorso in Cina la trasmissione avrebbe avuto dei problemi, si ipotizza forse già dall'incidente al via: una teoria che però appare un po' forzata, visto che l'urto con Raikkonen è stato sull'avantreno. A prescindere dall'evento determinante nel causare il danno, comunque, i tecnici Ferrari non hanno potuto far altro che constatare il fatto e hanno deciso di sostituire il cambio sulla monoposto numero 5. Di conseguenza, come previsto dall'articolo 23.6a del regolamento sportivo F1 (che prevede un cambio sia utilizzato in sei gare consecutive) Vettel partirà arretrato di 5 posizioni nello schieramento di partenza del GP di Russia a Sochi. Oltre al cambio è stato sostituito il pacco batterie (il secondo dei cinque permessi), operazione ammessa e che non comporta penalità. Maurizio Voltini ChON3ddXEAAcnzY.jpg-large