A meno di due mesi dalla sua prima vittoria in Formula 1 – è il più giovane pilota di tutti i tempi ad aver vinto in F1 – Max Verstappen ha avuto un altro exploit. E stavolta, come allora, aveva il fiato sul collo di Kimi Raikkonen. Evidentemente, quando il giovane Max è braccato dall'esperto Iceman, riesce facilmente a dare il massimo, anche se stavolta, la bandiera gialla all’ultimo giro gli ha dato una piccola mano. Il contatto tra Hamilton e Rosberg, insomma, è stato fondamentale tanto per raggiungere il secondo gradino del podio, quanto nel porre un freno alla rincorsa di Raikkonen.

Verstappen era scattato dall’ottava casella e in partenza era riuscito a superare il compagno di squadra RicciardoSono riuscito a fare una partenza grandiosa e anche il primo giro è andato bene – ha commentato Max - Fin da subito ho sentito di avere velocità e sono riuscito ad avvicinarmi alla testa della corsa” ma, a parte qualche piccolo intoppo, anche dopo le cose sono andate bene “Poi, quando ho superato alcuni avversari, ho faticato un po’ a trovare il mio ritmo – ha spiegato Verstappen - Le Mercedes erano un po’ troppo veloci per noi, ma, a parte questo, tutto è andato abbastanza bene

Come in Spagna, poi, il pilota Red Bull è riuscito a effettuare un secondo stint molto lungo – 56 giri con le gomme soft – una strategia che è stata alla base del suo ottimo risultato. “Ho fatto uno stint molto lungo con le gomme soft – ha raccontato Max -  Gli ultimi 10 giri sono stati molto duri, sia per il traffico che ho incontrato sia per Kimi che mi stava riprendendo”. Dopo aver tenuto duro, però, è arrivato il tempo di festeggiare “Ho avuto qualche momento difficile, ma dopo quello che è successo all’ultimo giro il secondo posto è un bonus – ha concluso Verstappen - Fare questo risultato, al Red Bull Ring, come pilota Red Bull, è una sensazione grandiosa