Appena 618 km, tanti quelli percorsi dalla power unit che ha appiedato Lewis Hamilton al giro 41 del Gran Premio di Malesia. A distanza di quattro giorni, il motore è stato ispezionato nella sede in Inghilterra ed è arrivato il verdetto: un guasto al cucinetto tra biella e albero motore è all'origine del ritiro. 

Il team comunica su Twitter i risultati dell'indagine, aggiungendo come il cedimento sia stato improvviso e solo in curva 15, l'ultima che immette sul rettilineo, i dati telemetrici abbiano indicato una perdita di pressione dell'olio. In vista del Gran Premio del Giappone Mercedes ha deciso di adottare una specifica di lubrificante meno spinta per tutti i team motorizzati  e la programmata sostituzione della power unit delle squadre clienti sarà rinviata al prossimo Gran Premio degli USA.

L'adozione di un olio con caratteristiche diverse è una delle contromisure che saranno adottate, insieme a non meglio specificati diversi parametri di funzionamento, rivolti anche in questo caso a tutti i motorizzati Mercedes. Hamilton tornerà alla power unit impiegata a Singapore per il Gran Premio del Giappone, mentre Rosberg utilizzerà la stessa portata montata in Malesia. 

Hamilton dopo il ritiro in Malesia: "Un dolore indescrivibile"