Con un certo ottimismo e convinzione, Helmut Marko ha commentato nei giorni scorsi la vittoria malese di Ricciardo sottolineando come, a suo avviso, il cedimento della power unit di Hamilton fosse conseguenza della pressione esercitata alle sue spalle dalle Red Bull. Lewis costretto a spingere per ampliare il divario e lo stress sul propulsore causa della rottura. 

L'analisi condotta dalla Mercedes ha svelato quale sia stato il componente a cedere, era tuttavia abbastanza chiaro che non potesse esserci una correlazione tra i giri veloci in sequenza di Hamilton e il successivo ritiro, anche perché è stato Nico Rosberg a dimostrare, nelle battute successive, quanto potesse andare forte la W07 Hybrid, nel tentativo di costruire il margine di vantaggio necessario su Raikkonen per conservare il terzo posto nonostante la penalità di 10" inflitta per il contatto con la Ferrari. A rispondere a Marko è Niki Lauda: «Non ho mai sentito una sciocchezza simile, ammiro sempre l'ottimismo di Helmut».

Un episodio, il ritiro, che non scalfisce la supremazia Mercedes e a dimostrare il potenziale Mercedes e la vittoria a portata di mano a Sepang, Lauda aggiunge: «Il fatto che Nico  sia risalito dall'ultimo posto al terzo è la prova». Nell'intervista ad AutoMotorundSport, ha poi rilanciato sul "personaggio" Helmut Marko: «Spero che Helmut resti seduto su queste scuse, cerca sempre di trovare le ragioni a supporto della tesi che avrebbe vinto ugualmente».