Formula 1 Giappone, Rosberg si gode la pole: primo passo verso la vittoria

Terza pole consecutiva per il pilota Mercedes a Suzuka: una vittoria sarebbe un passo fondamentale verso il titolo mondiale

Francesco Colla

8 ottobre 2016

Nico Rosberg ha strappato gli applausi di Toto Wolff e uno sbuffo di approvazione a Niki Lauda, spettatori dell’ottava pole stagionale del leader della classifica generale. La terza sul circuito di Suzuka, dove però il tedesco non ha mai vinto. E per Nico un successo domani sarebbe fondamentale in ottica mondiale, consentendogli di correre gli ultimi quattro round senza eccessive ansie (si fa per dire) e con la possibilità di aggiudicarsi l'agognato titolo anche piazzandosi sempre secondo (al momento ha 23 punti di vantaggio su Hamilton). 

Statistiche a parte, Rosberg è stato autore di un giro perfetto, senza sbavature: se in Q1 aveva portato nell’erba l’anteriore sinistra della sua Mercedes W07, al momento giusto non ha sbagliato nulla: “E’ stato un gran giro, sono andato bene in tutti i settori, ho migliorato abbastanza nel primo settore e nell’ultimo, trovando qualche decimo che mi mancava”.

Decimi fondamentali, dal momento che Nico non solo ha soffiato la pole al compagno Lewis Hamilton per soli 17 millesimi, chiudendo a 1:30.647, ma si è ritrovato le Ferrari ben più veloci di quanto si potesse immaginare dopo le prime due sessioni di libere: “In effetti sono abbastanza sorpreso, pensavo saremmo stati più avanti

A Rosberg ora manca solo la vittoria per essere veramente “big in Japan”. La pole di oggi ha dato al pilota la carica giusta per esorcizzare quanto accaduto nel 2014 e nel 2015, quando partito in testa ha per due volte ceduto il successo a Hamilton: La vittoria si costruisce in qualifica, perciò ho iniziato bene, anche se per domani c’è ancora tanto lavoro da fare riguardo alla partenza e alla strategia. Sarà una gara interessante”

GP del Giappone, la griglia di partenza

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi