L'annuncio ufficiale potrebbe arrivare non appena compirà la maggiore età, il 29 ottobre. E non sarà una sorpresa per nessuno. Lance Stroll il prossimo anno sarà al volante della Williams, rilevando il sedile di Felipe Massa. Ha centrato l'obiettivo agonistico del 2016, la conquista del campionato di Formula 3 europea, saggiando al tempo stesso la Formula 1 e l'ambiente che respirerà nei prossimi mesi, il pilota canadese. «Lance sarà in Formula 1 il prossimo anno. Potete metterlo nero su bianco», commenta Lawrence Stroll. Grazie della dritta, certo non un'anteprima.

Ha assicurato un supporto finanziario importante sin dai primi passi della giovane carriera, poi ci sono gli incontestabili risultati in pista: «Rappresentano una grande conquista, ma più di ogni altra cosa sono fiero di come sia riuscito a raggiungere la vetta. Non sapete quando abbia lavorato duramente sin dall'inizio della carriera ed è la sua perseveranza ad averlo reso campione di Formula 3», ha raccontato al Journal de Montreal Stroll senior. 

In Williams troverà di certo un progetto 2017 sul quale il team si è dedicato con largo anticipo, visti gli scarsi risultati nel contrastare una Force India più competitiva, come ammette il direttore tecnico Pat Symonds. Ancora incertezza, invece, sul compagno di squadra che sarà al suo fianco. Valtteri Bottas attende la conferma e, intanto, circolano rumors di un interesse Renault. 

La scuderia inglese ha compiuto un passo indietro netto rispetto allo scorso anno. E' mancato lo sviluppo ed è stata la chiave nella lotta con Force India: «Non mi aspettavo la battaglia che c'è stata, credo che sia mancato lo sviluppo in inverno, non è stato sufficiente. E nel corso dell'anno non abbiamo spinto molto sulle evoluzioni, come normale. Forse è più merito della Force India e gli importanti aggornamenti che hanno fatto. Sono rimasto sorpreso», ammette Symonds in un'intervista a F1i.

Zanardi, favola da splendido 50enne

La sperimentazione "visibile" è iniziata sin dai test di Barcellona, dopo il Gran Premio di Spagna, per capire quali sfide avrebbe portato il nuovo regolamento tecnico e l'incremento di carico aerodinamico. Internamente, tuttavia, l'obiettivo era già stato ricalibrato appena presentata la FW38: «Il lavoro in galleria del vento si programma molto in anticipo così come tutto il percorso da affrontare in corso di campionato e senza dubbio a gennaio stavamo programmando il 2017.  Sapevamo perfettamente, quest'anno, che avremmo fatto passi avanti enormi sulla macchina del prossimo campionato sin dalle prime fasi»

Stroll: tripletta da antologia a Hockenheim