E' una Monisha Kaltenborn fiduciosa, quella che commenta la presentazione della Sauber C36. Puntellate le finanze con l'arrivo della nuova proprietà le aspettative intorno al team elvetico devono fare i conti con il limite tecnico di una power unit 2016, in un campionato che certo non vedrà diminuire l'importanza dei cavalli sulla prestazione complessiva.

«Insieme a Longbow Finance S.A. abbiamo una grande opportunità per tornare competitivi e ai successi passati in Formula 1. Vogliamo adottare un nuovo approccio e abbiamo già intrapreso i primi passi per costruire solide fondamenta per il futuro», ha dichiarato il team principal, che spera di portare la "nuova" Sauber nelle posizioni di metà gruppo.

In attesa di pesare i miglioramenti compiuti e la validità dell'interpretazione delle nuove norme tecniche, in Sauber hanno  partorito una livrea interessante per accostamenti cromatici. L'area tecnica diretta da Jorg Zander dovrà avere le risorse economiche necessarie per sviluppare il progetto durante l'anno e sul punto, Kaltenborn dà ampie assicurazioni: «Chiaramente dovremo migliorare, abbiamo una solida base nella Sauber C36-Ferrari così come le risorse per svilupparla ulteriormente e sarà importante per collocarci nelle posizioni di metà gruppo».

F1, il calendario delle presentazioni

A Barcellona i primi chilometri saranno percorsi da Marcus Ericsson, in attesa che arrivi la conferma dell'impiego di Antonio Giovinazzi. Quanto a Pascal Wehrlein, se avrà il via libera dai medici e si sarà del tutto ripreso dai problemi alla schiena che lo accompagnano dall'incidente alla Race of Champions, sarà in pista dal 7 al 10 marzo per il secondo turno di prove.