Saranno ancora le mescole più morbide della gamma Pirelli a scendere in pista a Montreal, tra meno di due settimane. Pista completamente diversa da Montecarlo, da basso carico aerodinamico, si avvicina al Principato per lo scarso impegno laterale sulle coperture. A incidere, invece, sono i carichi verticali e longitudinali, sviluppati nei sei punti di frenata e le richieste di trazione successive, in un layout del tracciato che raccorda gli allunghi - sui quali la gomma si raffredda - con chicane e un tornantini.

Il Gran Premio del Canada è il secondo appuntamento del mondiale nel quale la ripartizione dei set di gomme a disposizione è affidata ai team. Confermata l'ovvia preferenza per il compound più prestazionale, la Ultrasoft, diversamente da Monaco si registra una certa differenziazione nelle scelte.

Non mancano quelle più bilanciate tra Ultrasoft e Supersoft, non nel caso della Ferrari, che punta più di tutti tra i team di vertice sulle Ultrasoft. Allocazione differenziata tra Hamilton e Bottas, Valtteri avrà un set in più di gomme soft a scapito della Supersoft; Red Bull avrà ben 5 treni di gomme dalla banda rossa.

 

 

Soft

Supersoft

Ultrasoft

Hamilton

1

4

8

Bottas

2

3

8

Verstappen

1

5

7

Ricciardo

1

5

7

Vettel

1

3

9

Raikkonen

1

3

9

Perez

2

3

8

Ocon

2

3

8

Massa

2

4

7

Stroll

1

5

7

Alonso

1

2

10

Vandoorne

2

1

10

Sainz

2

3

8

Kvyat

2

3

8

Grosjean

1

5

7

Magnussen

2

4

7

Hulkenberg

2

4

7

Palmer

2

4

7

Wehrlein

3

3

7

Ericsson

2

4

7