Niente F1 Live Show a Londra per Lewis Hamilton, che ha preferito regalarsi due giorni di vacanza dopo Zeltweg e, su Instagram, saluta tutti e dà appuntamento ai tifosi a Silverstone. Manca una delle star più attese proprio nell'evento di casa, Silverstone già individuata quale trampolino di lancio per andare a caccia di Sebastian Vettel nella seconda metà del campionato. Spera in un week end senza intoppi Lewis, rallentato da due problemi imputabili del tutto alla scuderia, in Azerbaijan e un Austria.

«Arriviamo a Silverstone con la sensazione di un lavoro non concluso e il bisogno di mettere le cose al posto giusto, pur avendo vinto in Austria. Sia a Baku che a Spielberg abbiamo lasciato punti sul tavolo per problemi alla monoposto che non avevano nulla a che fare con i piloti. Siamo determinati perché questo non si ripeta a Silverstone. Come team dovremo dare ai nostri piloti la giusta piattaforma per esprimersi, vuol dire centrare i nostri standard di prestazione e affidabilità. Siamo assolutamente in grado di assicurare entrambi e dovremo trasformare queste doti in punti», ha ammesso Toto Wolff. 

E ne ha approfittato per coccolare un po' Lewis, «il pilota che a mio avviso è il più grande talento di sempre espresso dal paese in Formula 1. Ha un rapporto speciale con i tifosi a Silverstone e può contare un record straordinario negli ultimi anni (tre vittorie consecutive e quattro in carriera; ndr)». Oltre a sistemare i problemi tecnici perché non si ripetano, in Mercedes sanno di dover gestire la psicologia di Hamilton, spesso incline ad avvitarsi in una spirale negativa quando le cose non girano al meglio. In questo senso, Silverstone, la gara di casa, arriva in un momento ideale per rilanciarsi.  

«La determinazione di Lewis a tornare a lottare con una brillante prestazione il prossimo week ned non hanno bisogno di spiegazioni. Le cose sarebbero potute andare molto peggio nelle ultime due gare, ma le sue performance e velocità meritavano molto di piùHa gestito i problemi con la calma e maturità che ci aspettiamo da lui. Sta svolgendo il suo lavoro in un modo pressoché perfetto adesso e se continuerà i risultati arriveranno».

Sterzi a parte: Mercedes più forte, ma la Ferrari fa gol

Risultato, importante, centrato da Valtteri Bottas in Austria, avvicinatosi in classifica e cliente che proverà a crearsi i propri spazi. «Diventa sempre più forte di gara in gara - ha commentato Wolff -. Sapeva che avevamo bisogno della pole e della vittoria in Austria, ha tenuto i piedi per terra, fatto la partenza della vita e centrato l'obiettivo. I risultati parlano da soli».

Brawn: "Alonso è un pilota straordinario ma..."