Formula 1: lo Strategy Group ufficializza l'Halo per il 2018

Formula 1: lo Strategy Group ufficializza l'Halo per il 2018

Alla presenza di tutti i team è stata confermata l'introduzione della protezione dalla prossima stagione: scartato il “parabrezza”. E' stato inoltre approvato un progetto per contenere i costi del Circus

Presente in

Francesco Colla

19 luglio 2017

Non è stato comunicato quanto le valutazioni negative espresse da Sebastian Vettel sullo Shield testato a Silverstone abbia influenzato la decisione. Di certo c'è che si torna all'Halo, la protezione (vedi immagine) per il cockpit che debutterà sulle monoposto di Formula 1 dalla prossima stagione.

Lo ha ufficializzato lo Strategy Group riunitosi a Ginevra alla presenza, per la prima volta, di tutti i team iscritti al mondiale, a un anno dalla decisione di installare un sistema di protezione frontale sulle vetture. L'Halo, provato più volte nel 2016, aveva raccolto pareri discordanti tra i piloti e nella nota ufficiale FIA si legge che “alcuni caratteristiche del design verranno migliorate”. Negli ultimi cinque anni sono stati testati diversi tipi di protezione e ora “è diventato chiaro quanto l'Halo garantisca le migliori performance in fatto di sicurezza”. 

In Svizzera non si è discusso solo di Halo ma anche di controllo dei costi: “è stato presentato un nuovo approccio alla questione, accolto con unanime supporto”. A tal fine è stato deciso di istituire un gruppo di lavoro dedicato, composto da rappresentanti di Liberty Media, della FIA e dei team, con l'obiettivo di trovare soluzioni innovative affinché i costi diventino maggiormente sostenibili. Si è parlato, infine, anche di power unit. Ma per saperne di più sarà necessario attendere settembre e la prossima riunione. 

L'HALO E' PEGGIORE DEI MALI CHE INTENDE CURARE

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi