Alla fine Carlos Sainz ce l’ha fatta. L’ambizioso figlio d’arte fremeva per correre in un top team ed è riuscito nell’intento: nel 2018 piloterà una Renault al fianco di Nico Hulkenberg. Complice il passaggio della Toro Rosso ai motori Honda, con McLaren che sarà invece equipaggiata con propulsori Renault.

Mancava solo l’ufficialità e come anticipato sul numero di Autosprint in edicola, il 25enne è stato preteso da Renault per chiudere trasferire i propri motori da Faenza a Woking. 

“Carlos è un pilota molto promettente ed è sui nostri rada da un bel po’ di tempo – ha commentato il managing director Renault, Cyril Abiteboul -, fin dai suoi successi nelle formule minori Renault. Per noi è molto positivo poterlo confermare per la stagione 2018, una scelta allineata alla nostra strategia di medio termine. Pensiamo che Nico e Carlos possano completarsi vicendevolmente sia in pista che fuori e potrebbero aiutarci a guadagnare posizioni in griglia. Ringraziamo Helmut Marko e Jolyon (Palmer, Ndr) per il suo duro lavoro e i suoi sforzi durante le ultime due stagioni. Gli auguriamo il meglio”.  

Felice soprattutto Sainz, che non vedeva l’ora di andarsene dalla Toro Rosso: “Sono molto contento di entrare a far parte del team Renault. Essere il pilota di un costruttore è un onore e spero di ripagare la fiducia con grandi prestazioni. La prospettive sono entusiasmanti e sono orgoglioso di entrare a far parte della squadra in un momento così importante. Non vedo l’ora di lavorare con il team a Enstone e Viry e di pilotare al fianco di Hulkenberg. Ho già lavorato con Renault in passato e conosco sia la loro motivazione che le loto capacità. E’ solo l’inizio di un nuovo capitolo nella mia carriera: ringrazio Red Bull per tutto il supporto e per avermi consentito di sfruttare questa opportunità”.

E lo stesso Horner, team principal Red Bull, aveva dichiarato che avrebbero preso in considerazione solo offerte importanti per cedere l'irrequieto e scontento Carlos. Che sostituendo Palmer va dunque ad annullare le possibilità di Robert Kubica, desideroso di tornare nel Circus. Il polacco, forte anche dell'appoggio di Nico Rosberg, proverà dunque a bussare alla porta della Williams proponendosi come eventuale sostituto di Massa.