Dichiarazioni di rito, a suggellare un futuro già scritto. Sergio Perez continuerà a correre con Force India nel 2019. Alla vigilia dell’apertura del week end di Austin, a 7 giorni dal gran premio di casa in Messico, c’è l’ufficialità su un prolungamento di contratto che era nella logica delle cose.

Logico sin dal momento in cui, a fine luglio, Perez si è attivato per tutelare i lavoratori del team, portando in tribunale la gestione Mallya e attivando la procedura di amministrazione controllata, con i consulenti del tribunale incaricati di trovare nuovi investitori, individuati successivamente nella cordata di imprenditori guidata da Lawrence Stroll.

“Sono molto felice di poter finalmente annunciare il mio futuro. Sono davvero motivato in vista del 2019, la Force India è casa mia dal 2014 e mi ha permesso di crescere come pilota e dimostrare le mie doti in pista.

Abbiamo ottenuto così tanti successi nelle ultime 5 stagioni, ma credo che il meglio debba ancora arrivare. I nuovi investimenti di cui sta godendo il team mi riempiono di fiducia e sono eccitato sul futuro”, ha commentato Perez, il cui prolungamento di contratto è stato annunciato per la sola stagione 2019.

Parole alle quali sommare quelle del team principal e a.d. di Racing Point Force India, Otmar Szafnauer: “Sono felice che Sergio continui il suo viaggio con noi nel 2019. Negli ultimi 5 anni ha confermato la sua posizione di uno dei piloti di maggior talento e consistenza in griglia. Ci dà una preziosa stabilità verso il futuro ed è un fattore enorme del team. Siamo lieti che Sergio corra con noi nell’inizio di un avvincente nuovo capitolo”.

Prossimo annuncio atteso in Force India, l’arrivo di Lance Stroll. Quanto ai movimenti legati all’ambiente Toro Rosso, Alex Albon è dato in pole position per affiancare Daniil Kvyat.