Questo in Bahrain è stato un venerdì intenso per Nico Hulkenberg. Dopo l'infortunio con Giovinazzi nelle prime prove libere, un contatto che per la direzione gara è stata una semplice incomprensione e quindi non sanzionato, il pilota tedesco è riuscito a portare la Renault al 5° posto nella lista dei giri veloci, stando davanti alla Red Bull. Certo, è un po' troppo presto per mettere il team francese nel ruolo di terza forza in campionato, e del resto è solo per mezzo decimo che Hulkenberg è riuscito a precedere Verstappen. Nondimeno, essere a poco più di 8 decimi dalla Ferrari e davanti di 3 decimi al più veloce tra gli altri "inseguitori", cioè Magnussen, è un risultato che non è possibile ignorare, al momento.

Nico è comunque il primo a non voler "leggere" troppo in questa pur ottima prestazione: «Nel complesso è stata una giornata produttiva, anche se è sempre tutto piuttosto difficile per le condizioni climatiche qui in Bahrain, tra caldo, vento e polvere. Inizialmente abbiamo dovuto affrontare un sacco di sovrasterzo ma poi nelle libere 2, in condizioni più rappresentative, abbiamo fatto una buona preparazione per i run sia brevi che lunghi. Trovarsi 5° è sempre bello, ma restiamo realisti e ci concentriamo completamente sulle qualifiche di domani».

Per quanto riguarda Daniel Ricciardo, al quale è stata sostituita la scocca dopo l'incidente al via in Australia, nella sessione serale ha pagato parecchio il fatto di aver provato con le gomme hard prima di passare alle soft: la differenza di grip riscontrata è stata enorme, tale da non permettergli di sfruttare decentemente la mescola più morbida, restando così 15°. Ma il team conta di analizzare e sviluppare al meglio i dati ottenuti oggi per migliorare con entrambi i suoi piloti.