Il 1975 è stato l’anno di consacrazione per Niki Lauda. E’ l’anno del primo titolo mondiale dell’austriaco, capace di riportare il titolo, che a Maranello mancava dal 1964, nella stagione dell’esordio con la Rossa.

E’ stato un Campionato del Mondo di prime volte perché, proprio da quella stagione, ha avuto inizio la collaborazione tecnica tra Brembo e il Cavallino Rampante e Bombassei ha voluto ricordare la lunga storia di successi che lega le due aziende, iniziata con la Ferrari 312T e proseguita fino ai nostri giorni

“Ho appreso con grande tristezza della scomparsa di Niki Lauda, una persona straordinaria che sarà ricordata per sempre come punto di riferimento nel mondo della Formula 1 per il suo coraggio, la sua passione e il suo costante impegno per questo sport come pilota e come manager. Sono onorato di averlo conosciuto personalmente e orgoglioso di aver potuto contribuire alla sua prima vittoria nel Campionato del Mondo di F1 del 1975 con la Ferrari, equipaggiata per la prima volta con freni Brembo. Proprio con quella indimenticabile vittoria, Niki Lauda contribuì in modo determinante a dare inizio alla storia di Brembo in F1 e alla collaborazione con Ferrari, che dura da quasi 45 anni. In tempi più recenti, a Monza nel 2013, ho avuto la grande soddisfazione di consegnargli il Premio Brembo-Ecclestone con una motivazione semplice ma significativa: ‘per aver contribuito con le sue capacità sportive e imprenditoriali alla storia della Formula Uno’. Sarò sempre riconoscente a Niki, insieme a tutta la Brembo, per ciò che ha rappresentato per lo sport dei motori e per la nostra azienda”.