Montreal e Zeltweg, Silvertone e Hockenheim, piste da motore in arrivo, prima che sia pausa estiva e si riapra con Spa e Monza. In casa Red Bull la stagione è stata programmata intorno alla rotazione di 4 power unit, accettando di andare in penalità per beneficiare di quello che è annunciato come un consistente progresso della power unit Honda in termini di potenza espressa.

MONZA O SPA IN PENALITÀ?

Masashi Yamamoto ha sottolineato l’esigenza, adesso, per il motorista di spingere sull’incremento della cavalleria, a livelli di affidabilità invariati. Helmut Marko indica nel Gran Premio d’Italia a Monza il week end in cui Red Bull avrà una power unit dall’aggiornamento significativo.

A Baku, Honda ha introdotto la Spec 2, secondo motore installato e attenzioni rivolte all’incremento dell’affidabilità in gara, la possibilità di utilizzare più a fondo il propulsore, insieme a un surplus di cavalli (+10). Red Bull che dopo Monaco è a quota 2 motori termici, turbo, MGU-H e MGU-K impiegati. Batteria e centralina elettronica sono ancora quelle di Melbourne.

Mercedes, i decimi persi nel pit di Lewis costosi per Valtteri

Un aggiornamento importante arriverà con il motore numero 4, a Monza. Dai numeri che abbiamo da Honda sarà una vera spinta e se il salto dovesse essere grande, potremmo accettare una penalità prima”, ha commentato Marko a Motorsport-magazin.

Spesso, i team nella gestione tattica della rotazione delle power unit hanno preferito andare in penalità a Spa-Francorchamps che non a Monza, gara in Belgio ritenuta più “agevole” per produrre rimonte.

TRA MONTREAL E HOCKENHEIM LA TERZA PU

Prevedere la quarta power unit tra Spa e Monza, lascia spazio per il debutto del motore numero 3 prima della pausa estiva. Già Montreal è pista sulla quale trarre beneficio degli incrementi ottenuto sul motore, in una serie di circuiti dall’effetto potenza marcato che proseguirà fino a Hockenheim.

Marko a confermare gli obiettivi della vittoria da agguantare, nonostante una delle migliori chance sia sfumata a Monaco. “Abbiamo risolto i nostri problemi ma quando Mercedes ha usato il party mode in Q3, abbiamo perso subito 3 decimi nel primo settore.

F1, Honda: piccole "vittorie" da celebrare

Abbiamo sottovalutato il progresso che hanno compiuto Mercedes e Ferrari in inverno”, ha riconosciuto, riferendosi al deficit sofferto dalla RB15 nelle primissime gare.