Sebastian Vettel ha chiuso al settimo posto le qualifiche del GP di Francia. Il tedesco non è andato oltre l’1:31.075 a 1.480 secondi di distacco dalla pole firmata Lewis Hamilton.

Risultato negativo, influenzato da un problema al cambio rilevato dal tedesco durante il primo tentativo in Q3. Vettel ha così dovuto abortire il giro e, con un solo tentativo a disposizione, il “la va o la spacca” è andato male.

Il 4 volte Campione del Mondo continua a faticare a trovare il bilanciamento perfetto con la sua SF90. Solo questo è stato il problema vero a inficiare sulla qualifica, nient’altro, come il tedesco stesso ha dichiarato: “Abbiamo fatto tantissime sessioni, è più il fatto che è mancato il feeling con la macchina, a volte c’era, a volte non c’era. E’ stata una qualifica strana”.

Partire dalla settima piazza non sarà facile. La curva 1, da affrontare in sicura bagarre, non è il massimo, ma Vettel non si abbatte. Al Paul Ricard si sorpassa e il tempo che ha fatto in Q2, con gomme medie, evidentemente gli da la consapevolezza di avere qualche decimo in più da giocarsi durate il GP.

“C’è sempre un motivo per guardare alla gara - Ha concluso Vettel - Le qualifiche hanno dato una posizione inferiore alle aspettative, ma domani penso che potremmo fare una buona gara. Possiamo divertirci”.