Non resterà un invito circoscritto al meeting di Parigi, l'accesso dei piloti nella "stanza dei bottoni". Il percorso che porterà a decidere le caratteristiche delle monoposto 2021 – oltre gli aspetti sportivi e finanziari – si completerà il prossimo ottobre e saranno anche i piloti a offrire un contributo sulla direzione da prendere, sulla correttezza o meno di certe scelte tecniche.

OBIETTIVI ANCORA DISTANTI

Lewis Hamilton, nel dopogara del Gran Premio di Francia, ha commentato come una necessità il rinvio a ottobre per produrre i regolamenti definitivi: “Penso dovessero prorogare la data per prendere una decisione, perché non sono nemmeno vicini a dove dovrebbero essere a mio avviso e devono fare delle modifiche serie alle decisioni che hanno già preso su come dovrebbe essere il 2021.

Mi incoraggia che Ross e il suo team stiano lavorando, per la prima volta, su un vero pacchetto aerodinamico che speriamo avrà un impatto sul seguire altre macchine, ad esempio. Detto ciò, avere macchine più pesanti non è una gran cosa, ci servono macchine più leggere”.

Sterzi a parte: È la F.1 più pallosa e bigotta di sempre

Confida nei test condotti dal gruppo tecnico che lavora alla configurazione aerodinamica delle monoposto, che dovrebbe – dati della galleria del vento – portare a perdere appena il 10% di deportanza contro oltre il 50% attuale, quando una monoposto corre vicina a un’altra.

BRAWN APRE LA PORTA AI PILOTI

L’interesse di Hamilton a contribuire al percorso che darà il volto alla F1 del 2021 diventa il benvenuto di Ross Brawn: “Sono felice che Lewis abbia confermato il suo desiderio di dare il proprio contributo nei mesi a venire, non vediamo l’ora di lavorare insieme a lui, soprattutto nei tre incontri programmati.

Sappiamo bene come la Formula 1 abbia bisogno di un importante cambio di direzione se vuole mantenere la propria posizione di uno degli spettacoli sportivi più seguiti al mondo.

Sarà fantastico avere un input direttamente dai piloti”. Quell'input che dovrà tradursi in un concreto intervento di modifica e non restare lettera morta. La parola e i suggerimenti dei piloti avranno il peso per diventare regola o resteranno semplice raccomandazione, un "ve l'abbiamo detto" e niente più?

LEWIS E LA BATTAGLIA DEL PESO

Formula 1 in deficit di vero spettacolo in pista. Estremamente veloce e macina-record ma incapace di sviluppare una battaglia duratura in pista. Per vincoli tecnici e norme sportive, di comportamento, altro aspetto sul quale passare in rassegna gli articoli del Regolamento Sportivo con la matita rossa e blu.

Wolff, GP Francia: "Valtteri ha dormito"

Una F1 che ha detto "no" alla semplificazione radicale delle power unit, per tutelare gli investimenti dei quattro motoristi presenti. Ha proposto, in ottica 2021, un concetto aerodinamico ritenuto da molti come una “Indycar vitaminizzata”. Percorre la strada della standardizzazione delle componenti.

Temi ai quali, Lewis Hamilton, ne sostituisce uno con importanza assoluta: Uno dei problemi che abbiamo sono le macchine troppo pesanti, i freni sono oltre il limite, si surriscaldano di continuo e si parla di rendere le macchine più pesanti dal 2021. E’ sbagliato, vi assicuro che è la strada sbagliata.

Se ho fiducia in un cambiamento radicale? Ho fiducia che andrà meglio. Lo spero davvero, al punto che sono stato a Parigi la scorsa settimana, per essere coinvolto. Non avevo nulla da guadagnarci dall’essere lì ma se c’è qualsiasi cosa nella quale posso essere d’aiuto… hanno assunto tutte queste decisioni senza mai avere un input da un pilota in quella stanza, perciò, se può essere l’aspetto decisivo che aiuti a svoltare e avere gare migliori per i tifosi, sarò fiero di farne parte".

VOCE DEI PILOTI PER UN QUADRO COMPLETO

Fondamentalmente, noi piloti, stiamo cercando di entrare e far parte del processo. Per molti, molti anni non ci hanno voluti in quelle stanze. Sono ingegneri e gente che assume le decisioni, noi solo piloti ma il fatto è che sappiamo come sentiamo la macchina e abbiamo critiche positive e negative che possono solo essere d’aiuto per prendere una decisione.

Non puoi effettuare un cambio regolamentare su qualcosa senza avere avere tutti i fatti che stanno dietro e quelli che saranno gli effetti.