Lewis Hamilton è stato penalizzato con l’arretramento di tre posizioni sulla griglia per aver ostacolato Kimi Raikkonen. Così hanno deciso i giudici di gara del Red Bull Ring che, dopo aver convocato i piloti in direzione gara alla fine delle qualifiche, hanno scelto di punire il 5 volte Campione del Mondo.

Tutto è avvenuto durante la Q1, alla curva 3. Hamilton, uscito dai box, non si è accorto abbastanza in fretta dell’arrivo di Raikkonen, prima rimanendo a velocità ridotta in traiettoria, per poi scartare sulla via di fuga a sinistra per far passare il finlandese. Ma Raikkonen era impegnato nel giro veloce e, a causa del blocco, ha dovuto abortire il tentativo… Rivolgendo poi il dito medio all’indirizzo del britannico.

“La vettura 44 - Si legge nel comunicato - Appena uscita dalla pit lane, è stata informata delle altre vetture in arrivo, compresa la 7. Sebbene la monoposto 44 abbia provato a togliersi dalla linea ideale, la manovra non è stata sufficiente a evitare di ostacolare la 7, impegnata nel suo giro veloce”.

Hamilton, su instagram, ha pubblicato una storia in cui si scusa per l'accaduto: "Mi merito la penalità, non ho nessun problema ad accettarla. Ho fatto un errore e me ne assumo la responsabilità. Non era intenzionale. Comunque, domani è un altro giorno e un’altra opportunità per rifarsi".

In virtù di questa penalità, sarà Verstappen a partire in prima fila, al fianco di Leclerc.