Entrambi posseggono l’ABC e qualcosa in più della disciplina dell’altro. Marc Marquez e Lewis Hamilton, mostri sacri con MotoGP e Formula 1 nei rispettivi DNA.

A parti invertite, prove, assaggi, sensazioni più o meno ricercate e frequenti. Marquez ha provato le sensazioni di una monoposto da GP lo scorso anno in Austria, in un test con Toro Rosso, organizzato da Red Bull. Hamilton non disdegna i passaggi in pista con una Superbike, a dicembre scorso con lezioni intensive di guida, in scia a van der Mark e Lowes.

Organizzare un confronto Marquez-Hamilton, in sella a una MotoGP e al volante di una Formula 1, un testa a testa in punta di cronometro, diventa una sfida carica di fascino. Marc Marquez lancia lì l’ipotesi, Lewis ha raccoglie sui social.

Al Daily Mail, il campione spagnolo ha raccontato: “Ovviamente mi piacerebbe battagliare con la moto e la macchina, sarebbe interessante. Faccia a faccia, prima una F1, poi una moto, perché so che lui sale in sella, a volte parlo con lui sui social media e so che guida una moto e anche molto bene.

Leggi anche: Wolff: sviluppo della power unit senza soste

Quindi, mi aspetto almeno di incontrarlo. L’anno scorso siamo stati molto vicini ma non ci siamo riusciti. Ho provato la Toro Rosso al Red Bull Ring, è stata una bella esperienza, 40 giri ed è stato un vero test. La velocità c’era ma mi manca l’esperienza. Conoscevo la pista ma i punti di frenata e il carico aerodinamico sono le cose più difficili da capire”.

Alle dichiarazioni di Marquez, Lewis su Instagram ha risposto: “Andiamo fratello! Non vedo l’ora di incontrarci e correre insieme prima o poi”.