In casa Red Bull, le porte sono girevoli. Si entra con la stessa facilità con la quale si esce e la storia di Kvyat, rientrano dall’ingresso di servizio, ne è la prova. Come pure quella di Gasly. Il francese non ha convinto l’ambiente Red Bull ed è stato retrocesso in Toro Rosso, al posto di Albon promosso sulla RB15.

Non deve essere stata la pausa estiva più bella della vita del pilota francese, che pure non si troverà ad affrontare il GP del Belgio nelle condizioni motivazionali giuste, però, nelle dichiarazioni pre gara, Gasly appare carico e voglioso di dimostrare alla Casa madre di aver sbagliato valutazione

“La pausa estiva è finita e sono tornato con la mia famiglia italiana per il resto della stagione. Sono felice di lavorare di nuovo con Toro Rosso. Ho avuto un paio di settimane per riposare e allenarmi, Ora mi preparo per le prossime gare in modo che io possa fare del mio meglio per la squadra".

"È stato bello avere quel tempo libero per riflettere sulla prima metà della stagione, ma ora sono pienamente concentrato e pronto a ripartire. Sono andato in fabbrica per incontrare il mio ingegnere, preparare il mio sedile e ultimare i preparativi per farmi trovare pronto questo weekend".

“Dopo la pausa sarà di nuovo fantastico correre, specialmente a Spa, il mio circuito preferito. È una pista che mi piace molto dove ho fatto grandi gare in passato. qui ho vinto la mia prima gara su una monoposto, in Formula 4, e ho anche vinto la Feature Race nella GP2 nel 2016".

"L'obiettivo principale è quello tirare fuori il massimo dall'auto fino alla fine della stagione e farò del mio meglio per portare il maggior numero di punti possibile  per difendere la posizione della squadra nella classifica Costruttori"