Ocon e Bottas i colpi più attesi, non gli unici nel week end del GP del Belgio. Il mercato piloti vede andare al proprio posto anche la tessera Sergio Perez. Racing Point conferma il sedile del pilota messicano, annunciando un accordo di lungo periodo, 3 stagioni per un contratto che andrà in scadenza a fine 2022.

Perez approdato in Force India prima, Racing Point poi, nel 2014, dopo l’esperienza in McLaren. Negli ultimi 6 campionati ha centrato più volte risultati importanti per il team di Silverstone, arrivando diverse volte sul podio e reggendo benissimo il confronto con giovani piloti del calibro di Hulkenberg e Ocon.

FIDUCIA IN UNA CRESCITA CONTINUA

“Sono eccitato di prolungare la mia collaborazione con il team per i prossimi 3 anni. Lavoro con questo gruppo da molto tempo ormai e sono diventato la mia seconda famiglia.

Insieme ci siamo goduti un’incredibile serie di successi e condividiamo la stessa passione per le corse. Sono rimasto impressionato dalla direzione intrapresa dal team negli ultimi 12 mesi e questo mi dà fiducia per il futuro”, ha commentato Perez, ottimo protagonista del venerdì di libere a Spa, con un passo gara di livello, fintanto che la power unit Mercedes ha retto.

Leggi anche: Brawn lancia l'ipotesi della gara di qualifica

Nell’agosto del 2018, Perez è diventato cruciale per attivare la procedura con la quale la Force India ha potuto affrontare il percorso di ricerca di nuovi investitori, attivando il percorso legale per far valere i propri crediti verso la gestione Mallya.

Credo che i tempi migliori debbano ancora arrivare e non vedo l’ora di festeggiare tanti podi negli anni a venire”, ha aggiunto Checo.

Renault, Ocon firma per due anni

Con la definizione del futuro di Perez in Racing Point, resta aperto il fronte Haas, dove è indicato il futuro di Nico Hulkenberg, a rilevare il sedile di Romain Grosjean, una posizione per la quale era emerso anche il nome di Perez nelle scorse settimane.

CHECO ESPERIENZA FONDAMENTALE

“Conosciamo molto bene Sergio ed è fantastico confermarlo con un accordo di lunga durata. Negli ultimi 6 anni lo abbiamo visto diventare una pilota molto completo, dall’eccellente velocità in qualifica e condotta di gara.

Leggi anche: GP Belgio: Leclerc guida il buon venerdì Ferrari

Sergio crede nella visione a lungo termine di questo progetto e avere il suo impegno fino al termine del 2022 ci dà una preziosa stabilità”, le parole del team principal Otmar Szafnauer.

Racing Point ha programmato investimenti sul lungo periodo per emergere dalle posizioni di metà schieramento e tornare a svettare tra le squadre di seconda fascia, investimenti tra i quali rientra anche una nuova struttura a Silverstone.

“E’ importante avere un pilota del livello d’esperienza di Sergio, soprattutto con i nuovi regolamenti all’orizzonte. Tutta la squadra è entusiasta di continuare a lavorare con lui e credo potremo goderci grandi successi negli anni a venire”.