Nella settimana che porterà al Gran Premio di Singapore è destinata a completarsi un’altra casella del mercato piloti e della griglia 2020.

Haas è attesa a una decisione su chi affiancherà Kevin Magnussen. E le opzioni a disposizione di Gene Haas e Guenther Steiner sono due: confermare Romain Grosjean o definire un contratto con Nico Hulkenberg.

“Speriamo di annunciare il pilota la prossima settimana. Sarà una scelta tra Nico e Romain, non abbiamo ancora preso la decisione definitiva ma lo faremo presto”, ha commentato Steiner al talk Starting Grid di Formel1 e Motorsport-Total.

LE GIORNATE NO DI GROSJEAN

Haas vive una stagione molto difficile, tra un programma di sviluppo rimesso in discussione con le comparative effettuate rispetto alla specifica “invernale” della VF-19 e il contributo distruttivo dei piloti, con troppi episodi che hanno visto Grosjean e Magnussen scontrarsi in pista.

Leggi anche: Williams avrà ancora motori Mercedes dal 2021

E, al team, guarda Steiner per dire della scelta da effettuare, portando in secondo piano l’aspetto economico di un ingaggio di Nico Hulkenberg – indicato in una base di 4 milioni di euro l’anno, decisamente superiore alle stime relative all’ingaggio di Grosjean –: “Non voglio parlare dell’aspetto finanziario legato a Nico, se vuole un ingaggio superiore, deve decidere lui.

Non si tratta di questo o dell’ultima gara corsa, si tratta di una decisione sul nostro team, cosa abbiamo ottenuto e cosa vogliamo ottenere”. Quanto a Grosjean, “sono alti e bassi, alti e bassi. Romain se è in una buona giornata va bene, però certe volte ha giornate nelle quali non va così bene ed è questo il problema”.

WEHRLEIN SCONTA L'ASSENZA DALLA F1

Hulkenberg o Grosjean, una decisione ristretta a due nomi, con altri candidati che hanno avvicinato Steiner per sondare le possibilità di un volante in Haas nel 2020. Tra questi, Pascal Wehrlein. “Fino a poche gare fa è venuto in pista, mi ha fatto visita e chiesto se ci fosse una possibilità.

Leggi anche: Carey, motore F1 fondamentale per tema ambientale

Ho risposto che, purtroppo, non c’era. E il motivo è che non corre da due anni in Formula 1, noi vogliamo qualcuno che abbia esperienza e da molto tempo”.