Resta alla finestra, Nico Hulkenberg. Le opzioni per continuare a correre in Formula 1 nel 2020 si restringono, dopo l’annuncio Haas e la conferma di Romain Grosjean.

I rumours più accreditati lo vorrebbero in Alfa Romeo, al posto di Antonio Giovinazzi, che bene ha corso a Monza e non solo, certo commettendo un grave errore a Spa a privarlo di un buon risultato.

Verso Singapore, Mattia Binotto ha espresso il supporto e la fiducia Ferrari nei confronti di Antonio, che occupa il sedile “in quota Ferrari” all’interno del team di Hinwil.

Leggi anche: Leclerc: "Non mi sento il numero 1 in Ferrari"

Hulkenberg resta così alla finestra, attendendo l’evolversi del finale di stagione e possibili risultati negativi che riconsiderino diverse posizioni in squadre con ancora dei sedili da assegnare.

SOLO ALTERNATIVE VALIDE

Non è certo un’opzione attraente correre per la Williams, eppure è una tra le poche rimaste, in merito alla quale dice: Per quanto voglia continuare in Formula 1, deve avere senso. Dev’essere una soluzione valida e il giusto accordo.

Non sono alla disperata ricerca di una permanenza in Formula 1, tale da accettare qualsiasi cosa. Non sto ignorando né mancando di rispetto alla Williams, in generale anche con la Haas.

Leggi anche: Kubica lascia la Williams

Penso vediate e capiate da voi quali sedili sono ancora liberi e quali no. Non so attualmente, per certi versi si tratta di qualcosa fuori dal mio controllo, la cosa più importante è guidare e ottenere prestazioni.

Ci servirà solo del tempo, esistono delle possibilità e una chance realistica, ma in questo gioco non puoi mai dirti sicuro di nulla”.

Tempo per seguire l’evoluzione del mercato su più fronti, tra Alfa, Williams e un ambiente Red Bull Racing (Toro Rosso e Red Bull) sempre da monitorare.