Quanto costa, vincere? Il rapporto tra uscite ed entrate vale, per Mercedes nel 2018, un segno + per 12,7 milioni di sterline. L’impegno di una stagione al vertice ha registrato spese per 311,4 milioni di sterline a fronte di un fatturato di  338,3 milioni (379,5 mln euro). Dopo le tasse, resta un profitto di circa 13 milioni di sterline (14,5 milioni di euro).

Sono i numeri che emergono dal bilancio di Mercedes-AMG Petronas Motorsport, nel 2018 a spendere 1,7 milioni in più rispetto ai 12 mesi precedenti. Le maggiori entrate sul fronte delle sponsorizzazioni e attività marketing rivestono una fetta importante dei ricavi, voce alla quale contribuiscono i premi in denaro elargiti dalla FOM sulla base dei risultati ottenuti nella stagione precedente, quote di diritti televisivi.

POWER UNIT E CONTRIBUTO DAIMLER AG

Le comunicazioni societarie diffuse da Mercedes F1 indicano un apporto del gruppo Daimler - nel 2018 ancora in piena gestione Dieter Zetsche, al quale è subentrato Ola Kallenius, operativo dall’aprile del 2019 – per 64,3 milioni di sterline, dei quali una fetta (25,3 milioni - 28,3 mln di euro) è stata versata dalla struttura F1 al gruppo per la fornitura delle power unit da parte di Mercedes High Performance Powertrain, il reparto diretto da Andy Cowell.

Leggi anche: Vettel, kart e simulatore nel dopo Sochi

Resta un apporto di Daimler di 39 milioni di sterline.

F1 E RICADUTA SU MERCEDES AUTO

I benefici per il gruppo, nello specifico per il marchio Mercedes Auto, dai successi in Formula 1 sono tangibili nell’incremento di valore rilevato dagli analisti di Interbrand. Una fetta dell’incremento di valore del marchio Mercedes, dai 31,9 miliardi del 2013 ai 48,6 miliardi di dollari del 2018, merito delle vittorie ottenute nell’era turbo ibrida.

2018, PERSONALE IN AUMENTO

Vincere, costa. Investimenti che dovranno ridursi dal 2021 considerevolmente, vista la soglia del budget cap che andrà a posizionarsi sui 175 milioni di dollari (160 mln di euro). Un valore che terrà escluse determinate voci di spesa, come gli ingaggi di piloti e management.

Leggi anche: Binotto, Ferrari 2020 sarà un'evoluzione della SF90

I grandi team, Mercedes e Ferrari su tutti, Red Bull a seguire, dovranno ridimensionare investimenti e personale, non a caso sui primi in molti accelerano perché vadano a bilancio prima dell'effettività del budget cap.

Nel 2018, sul fronte del numero dei dipendenti, Mercedes ha registrato a bilancio un incremento delle risorse nell’area ingegnerizzazione, progettazione e produzione, con 837 tecnici contro i 799 del 2017.

Infine, uno sguardo alla leva attivata dagli investimenti in Formula 1 sul piano pubblicitario. Mercedes AMG Petronas Motorsport ha ottenuto una visibilità televisiva per il 24% del tempo, di riflesso un'esposizione per gli sponsor. Il valore economico equivalente si legge in 3,79 miliardi di dollari. Sotto questo profilo, un buon affare investire al vertice in Formula 1.