Max Verstappen si conferma molto competitivo in Messico. L’olandese ha concluso il venerdì dedicato alla prove libere alle spalle di Vettel, a poco più di un decimo dal miglior tempo di giornata.

“Oggi è stata una giornata piuttosto positiva - Ha dichiarato - Abbiamo testato alcuni cose sull'auto e siamo andati in progressione con i miglioramenti durante il giorno. Sono rimasto abbastanza soddisfatto dell'equilibrio”.

Le indicazioni che Max a tratto nei due turni di ieri sono chiare: la RB15 è veloce nel secondo e terzo settore, nei long run il ritmo c’è, ma il vantaggio che la Ferrari accumula nei rettilinei, sembra inattaccabile. “Ci sono ancora cose da migliorare - Prosegue - Ma non non possiamo lamentarci visti i tempi che facciamo nei settori 2 e 3. Realisticamente non possiamo combattere la Ferrari per la pole, sono troppo veloci sui rettilinei e non ci sono abbastanza curve per compensare la differenza, ma nelle simulazioni di gara sembra che abbiamo avuto lo stesso passo”.

Discorso qualifica archiviato come “mission impossible”, le energie in casa Red Bull saranno tutte profuse in ottica gara: “Ora non ci resta che concentrarci sul GP - Ha concluso -  Visto che siamo competitivi sul passo. Se riusciamo a tenere sotto controllo le nostre gomme, penso che la battaglia per le prime posizioni sarà serrata”.