La peggior qualifica dell’anno di Lewis Hamilton è stata condizionata da un problema sul volante. È quanto emerge dal debrief Mercedes, a spiegare il perché del primo run di Q3 a Austin così al di sotto delle aspettative.

Era il giro nel quale fare il tempo, visto lo sviluppo del secondo tentativo, nel quale sono mancati i progressi per variazioni nella direzione e intensità del vento nonché delle temperature della pista. Ed è James Vowles, responsabile delle strategie al muretto Mercedes, a spiegare l’accaduto. Il responsabile: il selettore dell'intensità del freno motore.

Leggi anche: Camilleri, 'F1 2021 appena all'inizio, tanti i dettagli da appianare'

“Nel corso del giro, sotto la sua mano destra, c’è un piccolo selettore a rotella che regola il freno motore.

Solitamente ha una protezione, che accidentalmente si è staccata e, ogni volta che Lewis girava il volante, con la mano modificava il freno motore, questo ha fatto sì che perdesse prestazione nel finale del giro.

GP Brasile, Mercedes appena un po' meno soft

I meccanici se ne sono accorti immediatamente, appena è rientrata la macchina, però il primo run era ovviamente compromesso”.