Dei grandi era già l’unico ad avere il futuro assicurato, fino al 2022: Ferrari, per Charles Leclerc. Accordo firmato quando l’idea che grande sarebbe diventato di sicuro era solida. Il 2019 corso oltre le aspettative, da vincente seppur con qualche sbavatura, lo ha inserito di diritto tra i top driver della Formula 1.

 

Su Leclerc, intorno a Leclerc, la Ferrari punta a costruire un ciclo di lungo periodo. Per farlo, adegua le condizioni contrattuali. Un nuovo accordo lo legherà al Cavallino rampante fino al 2024, un quinquennale da 9 milioni di euro a stagione, compenso sul quale interverranno adeguamenti successivi di stagione in stagione, come è facile immaginare anche adeguamenti in caso di vittoria del titolo.

L'idea di Hamilton alla Ferrari continua a dividere i tifosi

Leclerc è sotto contratto con la Ferrari dal 2015, quando entrò nella FDA, accordo allora con una clausola che prospettava le condizioni di un possibile passaggio al team F1.

Discutere nuovi scenari, di tipo economico (circa 3 milioni di euro percepiti da Charles con il contratto 2019) e non, dopo la stagione alle spalle è un riconoscimento del lavoro svolto, è la manifestazione dell’investimento sull’”asset Leclerc”.

“Sono estremamente contento di rinnovare con la Scuderia Ferrari. La stagione appena conclusa come pilota della squadra più prestigiosa in Formula1 è stata per me un anno da sogno. Non vedo l’ora di rendere ancora più profondo il rapporto già forte che mi lega al team dopo un 2019 intenso e ricco di emozioni. Guardo al futuro con impazienza, prontissimo a cominciare la prossima stagione”, ha commentato Charles.

 

 

Estensione naturale

Già nel corso della cena di Natale, Mattia Binotto - in merito allo "status" di Leclerc - aveva riassunto l'evoluzione rispetto alle condizioni di inizio stagione, di un Vettel inizialmente prima guida. Sul campo, Charles ha scritto un nuovo assetto. Due prime guide alla pari, l'interesse del team da tutelare quando necessario. 

Ad accompagnare l'ufficialità dell'accordo pluriennale, Binotto ha commentato: La decisione e il desiderio di prolungare il contratto con Charles ci sono parsi sempre più naturali gara dopo gara, nell’ottica di assicurarci la collaborazione con il nostro pilota per le prossime cinque stagioni. Ciò a riprova dell’impegno della Scuderia e di Charles nel legare saldamente i propri nomi per il prossimo futuro. 

Charles fa parte della nostra famiglia già dal 2016 e siamo più che orgogliosi dei frutti che stiamo raccogliendo dalla nostra Academy. Ci fa quindi un grande piacere poter annunciare che sarà con noi per molti anni a venire e siamo impazienti di scrivere con lui nuove pagine della storia del Cavallino Rampante”.

Futuro da delineare

Diventa anche una riduzione delle distanze dalle cifre riconosciute a Sebastian Vettel. Un Leclerc sotto contratto a 9 milioni di euro contro un Vettel da circa 35 milioni di euro, è uno scenario destinato potenzialmente anche ad avere risvolti sulle trattative per un eventuale rinnovo di Sebastian nei prossimi mesi, scenario sul quale sarà decisivo il rendimento prodotto a inizio stagione. 

Wolff: 'Io alla Ferrari? Preferirei volare su Marte con Hamilton'

Chi affiancare a Charles dal 2021 in poi è un campo completamente aperto. Dalla possibilità di rinnovo di Vettel alla prospettiva di un’abbinata con Lewis Hamilton, fino a soluzioni che potrebbero includere nomi quali Ricciardo, Sainz, Giovinazzi: un’ampia rosa di nomi dalla quale scegliere il candidato che meglio potrà convivere accanto a Charles e fare gli interessi della Ferrari.