A sentire le promesse di Cyril Abiteboul sul futuro che attende Renault, "al lavoro sul 2021 come nessun altro team" al momento, una permanenza a Enstone potrebbe essere l’opzione migliore per Daniel Ricciardo .

L’annuncio del prolungamento di contratto di Max Verstappen con Red Bull non sposta poi di molto le alternative alle quali potrà lavorare il pilota australiano. Realisticamente potrebbe essere un sedile in Ferrari, accanto a Leclerc, l’alternativa in assoluto più appetibile.

Ferrari alternativa "d'obbligo"

“Scommetto che verrò sempre accostato a quel sedile lì per le mie origini italiane. Non c’è nulla in più quest’anno rispetto agli scorsi, però è bello sapere che si parla di te ed essere ancora rilevante e per certi versi nel pentolone dei nomi che vengono fatti”, ha commentato Daniel, intervistato dal giornale australiano Sunday Times.

L'editoriale del Direttore: Conto alla rovescia in tonalità Rossa

Di nomi e opzioni ne circoleranno molti sotto il radar del mercato 2021. Sarà la decisione sul futuro di Sebastian Vettel a liberare eventualmente un sedile a Maranello, per il quale l’identikit ideale potrebbe essere quello di un pilota veloce, uno stimolo per Leclerc ma al tempo stesso una figura in grado di costruire il giusto clima di squadra.

Ricciardo? Sainz? Due dei nomi più “gettonati” tra i rumours. Certo, con un rinnovo di Leclerc a 9 milioni di euro a stagione, l’opzione Ricciardo chiederebbe a Daniel un sacrificio economico rispetto al contratto garantito da Renault, stando alle indiscrezioni, da 20 milioni di euro l'anno.

Leggi anche: Marko, rinnovo Verstappen accelerato da voci Hamilton-Ferrari

Trattative da avviare

“Non ho un contratto per il 2021, è solo che non abbiamo ancora avuto nessuna discussione sul dopo 2020. E’ ancora presto, mi piacerebbe capire nel 2020 e restare, sarebbe lo scenario più semplice e felice, quello che mi auguro.

Penso che la Formula 1 possa assistere a un vero rimescolamento, pressoché ogni pilota è in scadenza di contratto, dal punto di vista dei tifosi credo sia piuttosto avvincente vedere come si delineerà tutto”, ha concluso Ricciardo.