La Formula 1 resta nel cuore di Fernando Alonso, impegnato alla Dakar e con una 500 Miglia di Indianapolis da provare a vincere, la prossima estate. Le indiscrezioni più accreditate lo indicano vicino a un accordo con il team di Michael Andretti. E poi?

L’idea di un ritorno in Formula 1 affascina, meno le opzioni realistiche per un rientro che abbia le premesse giuste per poter vincere. Le scelte compiute dalla Ferrari e dalla Red Bull puntano a costruire intorno a capitani designati il futuro; in Mercedes, al prolungamento di Lewis Hamilton si affianca una linea verde da portare avanti, con George Russell.

Potrebbero essere altri movimenti di mercato a creare le condizioni di un ritorno di Alonso, perché no in una Renault che scommette sul 2021 e deve discutere il rinnovo di contratto di Ricciardo, accostato a un possibile sedile Ferrari. Ricostruzioni.

2021 su tre possibili fronti

Il diretto interessato, dal bivacco della Dakar, parla di Formula 1 e non solo tra le alternative per il futuro sportivo: “Devo finire la Dakar poi c’è la 500 Miglia di Indianapolis e in estate dovrò prendere delle decisioni. Coltivo l’idea di un ritorno in Formula 1, posso tornare al WEC con le Hypercar, la 500 Miglia di Indianapolis potrei fare il campionato completo.

Sterzi a parte: Viva Kimi, il non adulterato!

Mi concentrerò su quelli che saranno i prossimi 2 o 3 anni della mia carriera in questa estate. Io mi sento un pilota di Formula 1 ed è quello che mi piace fare e che so fare meglio”, spiega intervistato da radio Cope.

“Non so se tornerò o meno, lo deciderò nei prossimi mesi. Dovrò decidere prevalentemente io cosa vorrò. La Formula 1 è ciò che più mi piace fare, è la categoria regina dell’automobilismo, però ha anche i suoi svantaggi, richiede una totale dedizione e ho già corso per 18 anni. Devo valutare se desidero tornarci ancora per 2 o 3 anni o meno. Dovrò anche valutare le squadre disponibili o interessate”.

Ferrari ha scommesso su Leclerc

Tra gli attuali top team appare improbabile il nascere di un’opzione, tanto più in Ferrari, sulla quale Fernando aggiunge: “Non ho parlato con loro, credo che il percorso in Ferrari sia stato bello e non penso sia il momento per parlare di un ritorno. Inoltre, credo che la scommessa su Leclerc per il futuro sia chiara”.

Leclerc, nel 2020 obiettivo cambio di ritmo in gara