I piani per cambiare volto al Paul Ricard, Eric Boullier, li annunciava già lo scorso dicembre. L’intenzione di ridisegnare profondamente il primo settore, per creare un punto di sorpasso attraverso una staccata più decisa al termine delle esse dopo curva 1; la conferma del mantenimento della chicane sul dritto del Mistral, necessaria anche per aspetti commerciali – vista la presenza delle tribune –.

Modifiche proposte alla FIA e in attesa dell'ok per la realizzazione - pochi giorni per intervenire - e la successiva omologazione. L'obiettivo è quello di proporre la nuova configurazione già il prossimo giugno, su un circuito che dovrebbe risultare più rapido e portare le squadre a rivedere la configurazione aerodinamica, a favore di un assetto più scarico nelle intenzioni degli organizzatori.

Boullier da consulente a direttore generale

Un percorso che Eric Boullier seguirà da un nuovo ruolo nell’organizzazione del Gran Premio di Francia. Da consulente sugli aspetti sportivi e operativi, posizione con la quale è stato introdotto nel febbraio 2019 - dopo l'uscita dalla McLaren nell'estate del 2018 - diventa direttore generale.

Sterzi a parte: L’orgoglio di correre all’italiana

“Dal 2019, il team del GP di Francia ha beneficiato notevolmente dell’esperienza e dei suggerimenti di Eric Boullier. Ha già partecipato al gruppo di lavoro impegnato per il ritorno del GP di Francia in Formula 1 e sono felicissimo del maggior coinvolgimento che avrà nell’organizzazione”, ha commentato Christian Estrosi, presidente della società organizzatrice il GP al Paul Ricard.

“Sono felice e orgoglioso di essere maggiormente coinvolto in questo splendido progetto che è il GP di Francia di Formula 1. Non vedo l’ora di continuare a contribuire al successo di questo grande evento sportivo in Francia”, ha aggiunto Boullier.

Mobilità, navette da Milano e Torino

Tra le novità dell’edizione 2020 del GP di Francia ci sarà un’ottimizzazione dei servizi legati alla mobilità e l’accesso al circuito, con la previsione anche di navette in partenza da Milano e Torino, abbinate a pacchetti per seguire il week end di gara tra qualifiche e GP.