Dai 18 pollici non si torna indietro. Concessa ai team la possibilità di conservare le mescole e costruzioni 2019 anche per la stagione 2020, di fatto azzerando un lavoro di sviluppo lungo un anno, Pirelli chiarisce come non vi siano possibilità di un ripensamento sul prodotto destinato al campionato 2021.

Sarà una completa riscrittura tecnica, nella quale i cerchi da 18 pollici avranno un ruolo totalmente integrato nelle soluzioni legate alle sospensioni.

Sterzi a parte: Non ti dimenticheremo,John Andretti

Nello sviluppo delle mescole 2020, poi rimesse nel cassetto, Pirelli non aveva escluso che potessero esservi dei punti di contatto quanto a caratteristiche con il prodotto 2021.

La decisione di proseguire sul prodotto 2019 è figlia della volontà dei team di vivere un campionato il più possibile di continuità, alla vigilia di un impegno di risorse sul 2021 tale da rendere preferibile evitare uno stravolgimento di rendimento e prestazioni da mescole e costruzioni diverse, nell'ultima stagione delle 13 pollici.

Test, si parte  con la Ferrari

I test sulle gomme da 18 pollici sono già partiti lo scorso anno con le monoposto di Formula 2, serie che affronterà il passaggio alla nuova misura nel 2020; tre squadre di Formula 1, inoltre, hanno approntato monoposto modificate per condurre la prima fase di raccolta dati, si è trattato di Renault, McLaren e Mercedes.

Da Jerez, l’8 febbraio, ripartirà il programma di sviluppo e sarà con la Ferrari SF90 guidata da Leclerc che inizierà il 2020 di sviluppo sulle gomme da 18”.

Mario Isola, intervistato da Autosport, sulla possibilità che la misura venga messa in discussione, come accaduto con le mescole 2020, ha chiarito: “I primi riscontri delle gomme da 18” sono buoni, perciò non mi aspetto alcuna sorpresa. Ovviamente, sarà un macchina diversa nel 2021, progettata intorno alle 18 pollici, avremo un prodotto nuovo e non c’è possibilità di un ritorno alle gomme da 13.

Il ripensamento sulle termocoperte

Il passo indietro, su un’ancora più vasta riscrittura delle norme tecniche, come nella formulazione originaria, si è compiuto in merito all'utilizzo delle termocoperte.

Inizialmente era previsto fossero abolite dal 2021, poi un intervento della FIA ha rinviato alle stagioni successive l’eliminazione, per non introdurre un’ulteriore variabile in una fase già di profondo cambiamento.