Addio Toro Rosso, benvenuta AlphaTauri Honda. Cambio di nome storico, legato al business della casa madre Red Bull che, proprio in AlphaTauri ha il nuovo brand legato a moda e abbigliamento di lusso.

Nuovo corso “fashion”, sottolineato soprattuto dalla sfilata di moda sulla passerella, allestita nell'hangar 7 dell'aeroporto di Salisburgo, con la macchina ancora coperta.

Già, quella che in teoria sarebbe la protagonista della serata, si è fatta attendere fino all'ultimo, proprio come una vera modella di alta moda, fedele alla nuova “mission” legata al markentig.

Altra novità “cosmetica” è il cambio di nomenclatura, proprio della monoposto. Addio alla storica sigla “STR”, che ha accompagnato le vetture del team di Faenza per 14 anni, benvenuta nuova sigla: la monoposto 2020, infatti, si chiama AT01. Nuovo battesimo, si riparte dal principio.

Quello che contra davvero, ciò che i veli hanno scoperto, non è cambiato, ma si è evoluto. Lei, la AT01, l'arma di Kvyat e Gasly per il Campionato del Mondo di Formula 1 2020, prosegue sui concetti visti sulla STR14.

I dettagli tecnici dell'AlphaTauri AT01

Salta subito agli occhi la nuova livrea, bianca e blu scuro, ma non è l'unica novità. La stabilità regolamentare ha permesso agli ingegneri di lavorare sui punti deboli di una vettura che, comunque, ha portato a casa 85 punti nel Costruttori e due podi come fiore all'occhiello.

La AT01 sembra aver sposato in pieno la filosofia vista sulla Red Bull, con le pance alte e strette... Evidentemente il V6 Honda non ha più problemi di raffreddamento, ma bisognerà aspettare Barcellona per vedere di che pasta è fatta sul serio.

Subito in pista a Misano

"Sono molto eccitato - Ha detto Kvyat - Domattina guiderò la macchina, per il primo filming day, a Misano prima dei test di  Barcellona. In questi nuovi colori è veramente elegante".

"Sono molto orgoglioso di far parte di tutto questo - gli fa eco Gasly - Il target per il 2020 è migliorarsi rispetto all'anno scorso".

"Siamo molto ottimisti - Conclude Tost -  Ci sono arrivate buone indicazioni dalla galleria del vento, Honda ha fatto passi da gigante per peformance e affidabilità e abbiamo due piloti fortissimi".

Appuntamento a Barcellona, dunque, per il primo responso della stagione.