Avvistamenti di sfuggita nel corso dello shakedown, lunedì scorso a Barcellona, per la nuova Renault RS20. In pitlane, a precedere l'avvio dei test, la monoposto rivela le soluzioni tecniche che dovranno assicurare un netto progresso su un campionato 2019 decisamente al di sotto delle aspettative.

Sul finire della scorsa stagione, Daniel Ricciardo segnalava come il lavoro dei tecnici fosse concentrato soprattutto sul rinnovamento delle scelte tecniche all'avantreno, nel tentativo di risolvere quello che venne definito come un limite di fondo ai progressi aerodinamici.

Muso Mercedes

E le modifiche appaiono evidenti, in particolare nella conformazione del musetto, più stretto a partire dall'installazione alla cellula abitacolo e con un'ispirazione Mercedes nelle forme smussate in punta. 

Non è l'unico dettaglio ispirato dal team di riferimento, infatti, dietro due piloncini strettissimi e il piano principale dell'ala con una minima superfice di contatto, Renault adotta il "diffusore" anteriore per canalizzare il maggior volume d'aria possibile verso il fondo.

Formula 1, le monoposto 2020 FOTO

La filosofia progettuale adottata sull'ala anteriore conferma l'upwash, lo spostamento dei flussi principalmente al di sopra della ruota anteriore. Effetto mitigato da paratie esterne molto svergolate verso l'esterno, così da direzionare parte dei flussi all'esterno.

Diversamente da altri team, le pance non presentano una clamorosa rastremazione delle forme, mentre i bargeboard anticipano già una novità nell'elemento del "baffo" che raccorda i deviatori di flusso nella porzione più avanzata con i piloni verticali appena davanti alle pance. 

Quanto alla livrea total black è previsto resti una colorazione da test.

Alfa Romeo C39, a Barcellona svela la livrea FOTO