1 di 5

Ad uno ad uno, i piloti si stanno attrezzando per tornare a casa dopo l'annullamento del Gran Premio d'Australia. Per tutti quanti si è trattato di un inutile viaggio a vuoto che ha comportato inutili sprechi di denaro e grandi rischi di incolumità per tutti gli addetti ai lavori, piloti compresi, tutti quanti d'accordo sulla decisione di annullare il fine settimana di Melbourne.

Ad esporsi subito sin dalla conferenza stampa del giovedì era stato Lewis Hamilton, che ha rincarato la dose: "E' la decisione giusta - ha esordito l'inglese -, tutti volevamo correre ma la salute e la sicurezza devono andare al primo posto. Le persone stanno morendo, tante altre sono malate e tutti ne stanno pagando le conseguenze, finanziariamente ed emotivamente. Nessuno sa per quanto durerà, ma dovremo prendere tutte le precauzioni possibili e stare al sicuro. Lo sport in tempi difficili può unire, ma ripeto che questa è la decisione giusta. Ascoltate gli appelli e state al sicuro, speriamo di tornare presto in pista ma prima pensate al vostro benessere".

1 di 5