Con le competizioni ferme praticamente in ogni angolo del globo, con rare eccezioni, si sposta dal reale al virtuale la voglia di correre. Formula 1 e non solo, diversi altri sport sono presenti su piattaforme di simulazione online per occupare il tempo e sfidarsi su un piano diverso dal solito.

Nel week end, così, si è corso a Melbourne e al Nurburgring, due sfide di Esports corse rispettivamente con il simulatore F1 2019 e rFactor 2.

Accanto agli specialisti, i sim racer che regolarmente competono nel campionato Esport di Formula 1, si sono aggiunti piloti professioniati: Verstappen, Guenther, Da Costa, proseguendo con Norris, Gutierrez, Rosenqvis, Vandoorne, fino ad appassionati prestati alle corse, come il portiere del Real Madrid Thibaut Courtois.

Norris rimonta all'Albert Park

Il Not the AUS GP organizzato da Veloce Esports ha visto in griglia di partenza Norris, Vandoorne, Gutierrez, Fenetraz, Deletraz, Courtois, a sfidarsi in un Albert Park digitale. Vittoria a Dani Bereznay, pilota ufficiale Alfa Romeo nel campionato di Esport F1.

GP del Bahrain e del Vietnam rinviati, il nuovo calendario

“Gli Esports sono un’industria in rapida crescita, quel che volevamo fare nel week end era organizzare una gara divertente per i tifosi che si trovano senza Formula 1.

Ci siamo riuniti e abbiamo pensato che, con le persone che sarebbero rimaste senza Formula 1 e, in generale, senza sport, a casa a evitare il coronavirus, non c’era niente di meglio dell’online per organizzare una gara.

Abbiamo contattato Lando ed era davvero interessato”, ha commentato Jamie MacLaurin, tra i fondatori di Veloce Esports. Un’idea alimentata poi sui social, diffusa tra i piloti professionisti a partire da Jean Eric Vergne.

Professionisti con Lando Norris miglior piazzato, sesto in rimonta dall’ultima posizione. Decimo Esteban Gutierrez, 12° Stoffel Vandoorne. Prossimo appuntamento, il Not the BAH GP.

Verstappen assolo al Nurburgring

Dall’Albert Park virtuale al Nurburgring nella tracciatura un tempo sede di Gran Premio. Dal simulatore F1 2019 a rFactor2. Non sono mancati anche in questo caso nomi importanti, professionisti del volante, nell’evento organizzato da Torque Esports.

Il programma prevedeva 3 gare più una finale. Max Verstappen ha vinto la gara VIP, finendo davanti a Maximilian Guenther, terzo posto per Colton Herta, in un parterre che ha visto impegnati anche Da Costa, Montoya, Rosenqvist, Jani, Pagenaud.

La gara aperta al mix di piloti del simulatore e professionisti della pista è stata vinta da uno specialista degli Esports, Jernej Simoncic, davanti a Kevin Siggy e Rudy Van Buren. Felix Rosenqvist, settimo, è risultato il “pro” meglio piazzato, Colton Herta ha chiuso al 10° posto.