Va verso un ulteriore rinvio, l’inizio del campionato di Formula 1. Cancellata la tappa di Montecarlo, è adesso Baku con il Gran Premio d’Azerbaijan ad andare incontro perlomeno a una richiesta di diverso posizionamento in calendario.

Sticchi, Monza ideale per tifosi in 'crisi d'astinenza' da F1

Approntare un circuito cittadino richiede tempo e, nello scenario di assoluta incertezza quanto a evoluzione della pandemia di coronavirus, avviare l’opera di trasformazione delle strade della capitale azera per poi dover abortire il programma, con i conseguenti enormi costi da sostenere, è qualcosa che gli organizzatori preferiscono evitare.

Indicare un rinvio a data da destinarsi andrebbe a ingolfare ulteriormente un calendario critico quanto a slot liberi per riprogrammare eventi costretti a essere riposizionati. Non è da escludere, quindi, che si possa procedere con la cancellazione.

Di certo, il mondiale non inizierà prima del Gran Premio del Canada, il 14 giugno prossimo. Un annuncio delle decisioni assunte dalla Formula 1 con il promoter della gara di Baku è atteso già nella giornata di lunedì.

Carey: 'Non servirà ok delle squadre al nuovo calendario'