Ritroveranno il simulatore, una volta superato il periodo di stop forzato dell’attività. Pietro Fittipaldi e Louis Deletraz restano anche nel 2020 tester e piloti di riserva del team Haas.

Con l’abolizione dei test infra-campionato e un programma di sviluppo delle gomme Pirelli tutto da riprogrammare, una volta superata la pandemia di coronavirus, per i due giovani le opportunità di girare in pista saranno minime, piuttosto si prospetta un contributo da fornire al simulatore.

Simulatore ed eSport titolari

“Volevamo naturalmente fare questo annuncio nel corso del Gran Premio d’Australia, però gli eventi qui e nel mondo hanno avuto la priorità con il diffondersi in corso del Covid-19.

L'editoriale del Direttore: Bernie hai toppato, intanto si va avanti!

Pietro e Louis hanno dimostrato entrambi le loro capacità nei 12 mesi trascorsi e siamo felici di confermare entrambi come piloti ufficiali di riserva e tester del team Haas”, il commento di Guenther Steiner.

Il loro lavoro al simulatore è stato di indubbio valore nell’affrontare le sfide della scorsa stagione e sarà avvincente continuare a offrire loro altre opportunità di ampliare il rapporto con il team nel 2020 quando potremo tornare al lavoro. Mi aspetto aggiungano importanti input al nostro programma e supportino Romain, Kevin e la squadra di ingegneri sulla Haas VF-20”. Un simulatore che, dal profilo ludico, vedrà Deletraz e Fittipaldi essere piloti ufficiali Haas nella serie eSports della Formula 1, con il prossimo Gran Premio in programma il 5 aprile.

2.000 km per Fittipaldi nel 2019

Fittipaldi, 23 anni, ha trovato in diverse occasioni, lo scorso anno, il volante della monoposto nei test: Spagna, Bahrain e Abu Dhabi le uscite in pista, oltre l’attività sportiva nel DTM. “Non vedo l’ora di proseguire nel ruolo sviluppato nel team Haas F1 la scorsa stagione. Ringrazio Gene Haas e Guenther Steiner per l’opportunità di proseguire e la fiducia nel mio lavoro dietro il volante.

Non smetti mai di imparare in Formula 1, che tu spenda ore al simulatore o fisicamente al volante della macchina vera, qualcosa che ho fatto a lungo con Haas, completando più di 2.000 km di test”.

F2 con Charouz per Deletraz

Quanto a Louis Deletraz, la campagna 2020 lo vedrà ancora impegnato in Formula 2 con il team Charouz Racing, lui al debutto sulla Haas nei test gomme del 2018 ad Abu Dhabi.

“Essere un pilota di riserva e tester ufficiale in F1 è un altro passo lungo la strada per arrivare all’obiettivo assoluto di correre in Formula 1.

Ho esordito con Haas al volante di una F1 e ovviamente sono entusiasta d’aver sviluppato quest’opportunità in una posizione ufficiale, al pari del lavoro al simulatore condotto la scorsa stagione.

Grazie a Gene Haas e Guenther Steiner per avermi aggiunto al programma in questa veste. Il bonus per me sarà essere visto gareggiare, correndo con la Formula 2 quale evento di contorno di una serie di Gran Premi. Potrò trascorrere più tempo a integrarmi nella squadra quando lo consentiranno gli orari”, le parole del ventiduenne francese.

Racing Point ferma l'attività: ''Al ritorno in pista saremo pronti'