Bernie Ecclestone, nella critica totale della Formula 1 al tempo del coronavirus, ha toccato un punto probabilmente condivisibile: nel creare un calendario si dovrà capire - tra i tanti interrogativi - anche quale promoter vorrà una gara. L’allusione era a inserimenti in date diverse da quelle contrattate.

Per restare sul tema, ma da una prospettiva altra, c’è la posizione del promoter del GP d’Olanda a Zandvoort, sulla possibilità di ospitare una gara a porte chiuse.

Quando la Formula 1 potrà tornare in pista, tanto più se le prospettive di una ripartenza in estate dovesse concretizzarsi, sarà a porte chiuse. Ecco, in Olanda, a una tale opzione non prestano interesse.

Una festa senza compromessi

“E’ uno scenario impensabile. Se hai una gara dev’essere senza compromessi, devi poter celebrare. Per noi è il ritorno della Formula 1 dopo 35 anni, dovrebbe essere una grande festa che vuoi celebrare con tutti”, spiega a motorsport.com Jan Lammers.

Considerato come, i compromessi, la Formula 1 dovrà accettarli – e la flessibilità è la parola ricorrente nelle valutazioni fatte da Melbourne in poi – ecco che potrebbe esserci lo slittamento dell’esordio al 2021.

Binotto: Il budget cap dev'essere differenziato

Dire quali misure verranno adottata in Olanda per la gestione futura dei rischi derivanti da assembramenti di grandi masse di persone è impossibile da prevedere oggi.

È ovvio come la prospettiva di una gara senza pubblico non sia affatto allettante per un promoter, lo ha ammesso Silverstone restando tuttavia pienamente disponibile a disputare un GP a porte chiuse. E inevitabilmente andrebbero ridiscusse le condizioni economiche alle quali ospitare l'evento.

Lammers ha poi aggiunto: “Se ci dovesse essere chiesto dovremmo pensarci seriamente. Una gara senza tifosi non è qualcosa alla quale vogliamo pensare finché non ci verrà chiesto e, finora, non è accaduto. Per quanto ci riguarda semplicemente non è possibile. Non dimentichiamo che FIA e FOM affrontano una sfida enorme, stanno provando a pensare a tutti gli scenari e possiamo solo sperare che ci arrivi la luce verde il prima possibile”.

Autosprint Edizione Digitale: 90 giorni a 5,99