Marc Gené è una presenza fissa al box Ferrari e nel paddock di Formula 1, con i suoi interventi a svariate televisioni, tra cui Sky Sport Italia, emittente per la quale è commentatore. Ma l'ex pilota di F1 almeno per i primi due appuntamenti dovrà starsene a casa, per via delle misure di sicurezza previste per le gare che impongono ai team di portare in pista il minor numero di persone possibile.

Sainz, in inverno i primi contatti con la Ferrari

In Austria solo meccanici e pochi ingegneri

A rivelarlo è lo stesso Gené, in una sua intervista allo spagnolo AS: "Anche il mio ruolo avrà delle restrizioni, perché per le prime due gare sarò a Maranello. La Ferrari manderà in Austria il minor numero di persone possibile, saranno presenti solo i meccanici e gli ingegneri indispensabili".

Leclerc esaltato da Lelouch

Che stagione sarà

Marc si dice fiducioso sulla riuscita di un campionato con 15 Gp, ma più importante è il suo punto di vista sul valore del mondiale: "Prima di tutto, bisogna dire che sarà un campionato che come valore varrà come tutti gli altri. La gente pensa che 15 gare siano poche, ma in realtà quando correvo io ce ne erano 16. Se avremo un campionato molto corto, i piloti saranno più aggressivi, mentre in un campionato più lungo, al contrario, la costanza sarà più importante".

Abiteboul: "Renault in F1 a lungo"