Mentre Charles Leclerc si è preso la scena rimontando caparbiamente dal settimo al secondo posto, Sebastian Vettel ha vissuto un'altra domenica incolore, macchiata da un testacoda che ha vanificato la sua gara proprio mentre si trovava in duello con Carlos Sainz, suo sostituto per il 2021.

Rivivi le emozioni della gara

Seb spiega l'errore

Ovviamente deluso per il 10° posto di oggi, il tedesco ha commentato così la sua corsa: "Ad essere onesto sono quasi contento di essermi girato una volta sola, oggi era davvero difficile. Io e Carlos ci siamo ritrovati molto vicini, lui si è spostato leggermente sull'interno, io ero proprio al limite perché volevo avvicinarmi il più possibile ma ho perso il posteriore, ed oggi a dire la verità mi è successo almeno un paio di volte. La macchina era complicata da guidare, io ho provato a dare il massimo, la safety car ci ha aiutato, nel finale è stato divertente ma ovviamente il risultato non è stato quello che avrei voluto".

Piloti in ginocchio contro il razzismo. FOTO

Inizio complicato per Vettel

Per il tedesco non è ovviamente il miglior inizio, un 10° posto che lascia l'amaro in bocca in confronto al podio di Leclerc. Sebastian adesso deve rimboccarsi le maniche e provare ad essere più incisivo già a partire da domenica prossima, quando la F1 tornerà in Austria per il Gp di Stiria.