Un GP d’Austria carico di emozioni e colpi di scena, regala il primo podio in carriera a Lando Norris. Una boccata d’aria fresca per il team di Woking, tra i più colpiti dalla crisi post COVID-19, tanto da essersi trovati nella drammatica situazione di dover licenziare 1200 persone.

La monoposto, però, funziona alla grande e ha permesso a Lando di prendersi la prima soddisfazione in carriera, grazie alla grinta e un po’ di fortuna.

Infatti, Norris è stato per ben due volte beneficiario delle penalità inflitte a Hamilton, prima guadagnando la seconda fila in partenza e poi agguantando l’ultimo gradino del podio grazie ai 5” inflitti al campione del mondo.

Ma non si è trattato solo di fortuna. Lando il risultato se l’è costruito nei giri finali perché, una volta venuto a conoscenza della penalità di Lewis, ha attaccato e superato Perez e poi dato il tutto per tutto nell’ultimo giro per ridurre il più possibile il distacco dalla Mercedes #44 per stare sotto i 5 secondi. Missione compiuta per un decimo!

“Ero quinto e Carlos stava per superarmi - Racconta - Ma non mi sono arreso e sono riuscito a superare Perez e conquistare il terzo posto. La gara è stata lunga, ma ho continuato spingere e dare il massimo cercando di fare tutto il possibile. Sono un senza fiato, ma sono così felice e orgoglioso della squadra”.

"Considerando dove eravamo pochi anni fa fino ad ora, la squadra ha fatto un lavoro meraviglioso, sono orgoglioso di fare parte di questo team."