Che si chiami Gp d'Austria o Gp di Stiria, la tappa di Spielberg sempre gara di casa è per la Red Bull, motivo per cui i bibitari nutrono sempre grandi aspettative per la prova austriaca. Dopo aver vinto nel 2018 e nel 2019, Max Verstappen si è ritirato domenica scorsa, iniziando nel peggiore dei modi il suo mondiale.

Ufficiale, Alonso torna in F1

Inutile piangersi addosso

Il back to back sul Red Bull Ring permette però a Max Verstappen di rifarsi subito senza pensare troppo ad un ritiro (doppio, considerando anche quello di Albon) che ha lasciato l'amaro in bocca nel box dei bibitari. Delusione a parte, Max è carico, come ha fatto capire alla trasmissione Sport&Talk di ServusTv: "Mi sento bene, ma certamente non è si è trattato del risultato che volevamo, che sarebbe stato ottenere un buon bottino di punti e lottare per la vittoria. Penso che il podio sarebbe stato facilmente ottenibile, perché la lotta era sostanzialmente tra me e le Mercedes sul passo gara. Guardando poi agli sviluppi della gara, avremmo potuto portare a casa tanti punti contro Lewis ma è andata così, non possiamo cambiare le cose ed adesso guardo avanti sperando di avere un fine settimana migliore".

Verso il Gp di Stiria

Mercedes troppo forte in qualifica

L'analisi dell'olandese è proseguito poi distinguendo gara e qualifica: "Nel complesso la velocità non era male, ma in generale vogliamo migliorare ancora. In gara, il passo con le medie era buono, ma sul giro secco la Mercedes si è rivelata per noi ancora troppo veloce". Il ritiro, poi, ovviamente, pesa molto sulla classifica ed in ottica mondiale: "Sarà una missione difficile, il ritiro ha reso tutto più complicato. Nel nostro sport può succedere, ma con meno Gp un ritiro pesa di più".

La Ferrari prova ad anticipare gli aggiornamenti

Ipotesi Vettel in Red Bull

Secondo Mark Webber, le porte Red Bull per il 2021 per Sebastian Vettel non sono ancora completamente chiuse. Una coppia Verstappen-Vettel per la scuderia di Milton Keynes pare altamente improbabile, ma Max non avrebbe niente in contrario all'idea: "Ho già avuto Ricciardo come compagno e penso sia andata bene. Non decido io, non ho mai lavorato con Sebastian, non posso sapere come potrebbero andare le cose. Per me, comunque, non ci sarebbero problemi: in F1 i piloti vogliono vincere e vale per tutti".

Vettel: "Spielberg-bis occasione per fare meglio"