Tutti di nuovo in pista a Spielberg, per una prima sessione del Gp di Stiria utile per fare comparazioni tra pezzi nuovi e pezzi vecchi. Lavoro di set-up e confronti un po' per tutti, mentre la classifica dice che il più veloce è stato Sergio Perez. Verstappen secondo per appena 96 millesimi, dietro le Ferrari, con Vettel 10° e Leclerc 12°.

F1 al Mugello: adesso è ufficiale!

Ferrari con i nuovi pezzi

Chi aveva il timore che nel venerdì mattina austriaco l'attività in pista sarebbe stata poca dal momento che i team hanno già girato pochi giorni fa su questa pista non ha avuto ragione, perché le squadre hanno avuto tutto l'interesse nel girare il più possibile. Questo perché su tante vetture sono apparsi i primi aggiornamenti ed un confronto diretto sullo stesso tracciato è oro colato per gli ingegneri. Ne ha approfittato la Ferrari, alle prese con la nuova ala anteriore ed il nuovo fondo. Dati e prove incrociate per i due piloti del Cavallino, nella speranza che le indicazioni da parte delle nuove componenti siano positive. Né Vettel né Leclerc hanno cercato il tempo, ed hanno chiuso rispettivamente in decima e dodicesima posizione, con un ritardo di 903 millesimi per il tedesco e di 0"970 per il monegasco. Entrambi hanno fatto segnare il loro miglior tempo con la soft. 

Hamilton: "Spero che Vettel possa trovare un sedile"

Bene la Racing Point

La prima posizione è andata a Sergio Perez, che ha chiuso la sessione al vertice con il tempo di 1'04"867, fatto segnare con  la gomma C4, battendo Verstappen (nuova ala posteriore per la Red Bull) per poco meno di un decimo. Per il messicano incoraggianti anche i tempi di una breve simulazione di gara cominciata negli ultimi minuti della sessione. Terza e quarta posizione per Bottas (222 millesimi il suo ritardo) ed Hamilton, a 0"253 dal vertice, con entrambe le Mercedes che hanno fatto segnare il loro miglior crono con gomme medie. Top 5 per Stroll, a mezzo secondo dal compagno di squadra. Dietro di lui Albon (che si è lamentato per un certo sottosterzo sulla sua Red Bull Rb16, sulla quale è stata montata una nuova centralina), Sainz, Gasly, Ricciardo e appunto Vettel a completare la top ten.

Leclerc: "Non siamo da podio"

Kubica e Aitken in pista

In una Fp1 che ha visto fuori gioco dopo circa mezz'ora la Williams di Latifi (problema al motore per lui, altro campanello d'allarme per le power unit Mercedes), con conseguente bandiera rossa, da segnalare la presenza in pista di Robert Kubica e Jack Aitken. Il polacco ha preso il posto sull'Alfa Romeo-Sauber di Giovinazzi chiudendo in 18° posizione, appena dietro all'inglese, che ha girato sulla Williams di George Russell. Nessun crono fatto segnare da Magnussen, che ha girato pochissimo con la sua Haas.