GP Stiria, Horner: Vettel sa che non c'è posto in Red Bull nel 2021

GP Stiria, Horner: Vettel sa che non c'è posto in Red Bull nel 2021© FIA Pool

La posizione del team principal, replicata da Helmut Marko, chiarisce come per Sebastian non ci sia possibilità di correre in Red Bull nel 2021. L'alternativa Aston Martin a un anno sabbatico

Fabiano Polimeni

10 luglio 2020

C’è un punto fermo, chiaro, firmato Horner e Marko, intorno alle voci che vorrebbero un Sebastian Vettel a flirtare con Red Bull per un sedile nel 2021. Entrambi escludono che lo scenario possa concretizzarsi, sono altre le opzioni, a dire di Horner, che Sebastian ha a disposizione.

Il “consiglio” di Helmut Marko è quello di valutare un anno fuori dalla Formula 1, rigenerarsi e tornare nel 2022, con la migliore delle opzioni possibili. Al venerdì del GP di Stiria, Horner, a Sky Sports, ha precisato la posizione Red Bull relativamente al mercato piloti e, nello specifico, Alexander Albon.

Gp al Mugello: è ufficiale la F1 correrà in Toscana nel 2020

“Il tema è stato sollevato, il nostro impegno è verso i piloti che abbiamo. Pensiamo di avere una grande accoppiata in Max e Alex, dal grande potenziale per il futuro. Purtroppo, non è qualcosa che saremo in grado di accogliere”, ha detto Horner su un arrivo di Vettel nel 2021.

Mi dispiace ma è un no sicuro e Sebastian ne è consapevole. È insolito per un quattro volte campione del mondo essere senza un sedile in questa fase dell’anno, scommetto abbia un paio di soluzioni disponibili, presumo sia o Racing Point o un anno fermo per valutare nuovamente le opzioni disponibili a distanza di un anno”.

Racing Point per "divertirsi"

Una Racing Point che diventerà Aston Martin dal prossimo anno, tuttavia, sarà ancora una soluzione di secondo piano, certo non in grado di garantire il risultato importante a Seb, che sia la battaglia costante per il podio o la vittoria. Correre per divertirsi e senza pressioni? Da questa prospettiva, allora appare l'ambiente giusto.

Chi lascerebbe, poi, il posto a Vettel, tra Perez e Stroll. In termini di prestazione assoluta non dovrebbero esserci dubbi, tuttavia, la posizione di Lance Stroll appare blindata dalla proprietà del padre Lawrence. E Horner si è detto quantomeno scettico che possa essere proprio Stroll il nome sacrificato per far posto a Vettel: Non credo che Lance verrà licenziato. Ovviamente non sai mai cosa c’è nei contratti tra squadre e piloti. Sono certo che abbiano forse delle opzioni, o delle condizioni per rompere il rapporto, però non è qualcosa che ci interessa”.

GP Stiria, le novità al fondo Ferrari

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi