Sabato scorso era stato Charles Leclerc a relegare Sebastian Vettel in 11° posizione, fuori dalla Q3. Sette giorni dopo la cosa si è ripetuta ma a parti invertite, con il tedesco a metter fuori a fine Q2 il compagno di squadra. Sintomi di una Ferrari che fa ancora tanta, tanta fatica, ed incapace di piazzare due macchine nella top ten.

Leclerc: "Difficile guidare la SF1000 sotto la pioggia"

"Fino ad ora non va bene"

Come Leclerc, anche Vettel ha parlato di assetto non adatto alla pioggia ai microfoni di Sky: "Mi aspettavo di più da queste condizioni, ma la macchina non aveva l'assetto giusto per la pioggia. Era difficile portare le gomme in temperatura e la visibilità non era buona. Poi quando non sei veloce è tutto più difficile. L'annata è lunga, cercheremo di migliorare gara dopo gara. Non siamo contenti e dovremo cercare di dare tutto. Ci aspettavamo di più ma la situazione è questa, speriamo che passo dopo passo la macchina possa crescere e andare meglio. Ma certo quello fatto fino ad ora non va bene, abbiamo visto che c'erano delle difficoltà in tutte e tre le sessioni".

Hamilton: "Adoro guidare sotto la pioggia"