Con le qualifiche si sarebbe dovuto capire se questa Ferrari è in grado di esserci in questo Mondiale 2020 della Formula 1. Ebbene per Mattia Binotto, la Rossa c'è. Certo non quanto la Mercedes ovviamente, ma è sull'Hungaroring insieme a tutte le altre scuderie. La giornata di qualifiche di oggi e la terza fila tutta del Cavallino grazie al quinto e sesto tempo di Vettel e Leclerc, insieme al miglior tempo di Seb registrato nelle Fp2 bagnate, hanno dato una bella scossa di positività alla casa di Maranello.

Vettel-Red Bull, via libera di Mateschitz a Marko?

Un bel sassolino dalla scarpa quello che la Ferrari, dopo il caos in Austria, sta riuscendo a togliersi a Budapest. Anche perché il team principal della Rossa lo aveva detto: "Non dovremo commettere errori, dopo una settimana come quella vissuta in Austria è importante cercare di ottimizzare. La fiducia nello staff c'è sempre stata e ciò che ribadisco è che questa è una squadra fatta di tanti talenti e di tanti giovani".

Binotto: "Pesantissimo il divario con alcuni team"

Per la prima volta in stagione poi entrambe le SF1000 sono riuscite a giocarsi la pole position in Q3, anche non c'è dubbio sul fatto che il livello della Mercedes e anche della Racing Point sia di un altro pianeta. Una qualifica che rispecchia il nostro attuale potenziale - ha detto Binotto -. Non possiamo certo dirci soddisfatti di una terza fila, soprattutto alla luce del pesante distacco rispetto alla squadra che occupa la prima. Detto questo, è singolare vedere la differenza che c’è sui pochi tratti di rettilineo di questo circuito fra alcune vetture e il resto del lotto.

Su un tracciato dalle caratteristiche diverse da quello di Spielberg oggi siamo riusciti in qualifica a tirare fuori il meglio dalla monoposto, ma questo non è certamente sufficiente. L’obiettivo in gara è quello di raccogliere il maggior numero di punti possibile, cercando di sfruttare tutte le opportunità che dovessero presentarsi. Inoltre, dovremo essere pronti ad ogni eventualità, visto che, al momento, le previsioni meteorologiche sono molto incerte”.

Binotto infine nel pomeriggio è stato anche spettatore speciale della gara della Formula 2, dove Mick Schumacher ha strappato un bel terzo posto: "Oggi è arrivato un bellissimo risultato da parte dei nostri ragazzi della Ferrari Driver Academy. Voglio fare i miei complimenti soprattutto a Robert Shwartzman, autore di una gara straordinaria, e a Mick Schumacher, ottimo terzo”.