Sergio Perez è risultato positivo al tampone per il coronavirus. E' l'esito del secondo test al quale è stato sottoposto il pilota messicano, nella giornata di giovedì, già trascorsa in auto-isolamento, dopo che il primo tampone, svolto nella giornata di mercoledì, non aveva dato un esito negativo. Un dettaglio che ha impedito a Perez di essere presente a Silverstone nella giornata dedicata alle conferenze stampa. 

L'ufficialità della positività del secondo tampone è giunta in serata, con il team ad annunciare il forfait di Perez dal week end alle porte e l'ingresso in un stato di quarantena come da prescrizioni delle autorità britanniche. Una condizione che porterà Perez evidentemente a saltare anche il week end successivo, sempre a , con tutte le incognite del caso sul successivo trasferimento tra due settimane in Spagna, per il GP a Barcellona.

Verso la scelta del sostituto 

"Sergio sta bene fisicamente e con un buon morale, però continuerà a essere in auto-isolamento sotto le linee guida delle autorità di salute pubblica competenti, con la sicurezza la priorità assoluta per il team e lo sport. L'intera squadra augura il meglio a Sergio esi prepara a dargli il bentornato presto nel cockpit della RP20. La nostra intenzione è di correre con due macchine alla domenica. Comunicheremo i passi successivi per il nostro week end nel GP di Gran Bretagna a tempo debito", spiega una nota del team.

Si tratterà di definire chi prenderà il posto di Perez. Lo scorso giugno, Mercedes ha reso disponibili i propri piloti di riserva, Vandoorne e Gutierrez, entrambi da molto tempo fuori dalla Formula 1, a un eventuale utilizzo da parte di McLaren, qualora uno dei due piloti non fosse stato in grado di correre. Secondo quanto emerso, una uguale opportunità era stata offerta a Racing Point. 

Stoffel Vandoorne sarà impegnato mercoledì prossimo in Formula E a Berlino, per la ripresa del campionato di Formula E, dove correrà anche il week end successivo. 

Avviato il tracciamento dei contatti

A seguito della conferma della positività al Covid-19, la FIA ha diffuso una nota con la quale comunica l'avvio di una tracciatura completa di tutti i contatti avuti da Perez, con relativa messa in quarantena dei soggetti interessati. Sarà da verificare il numero dei componenti di Racing Point soggetto a tali misure e l'eventuale impatto sulle operazioni in pista del team. "Le procedure delineate dalla FIA e dalla Formula 1 hanno fornito il rapido contenimento di un episodio che non avrà un più ampio impatto sull'evento di questo fine settimana", conclude il comunicato della FIA.