Un podio insperato, arrivato però come premio alla tenacia ed alla bravura mostrata durante tutto il fine settimana. Charles Leclerc ha chiuso sul podio per la seconda volta stagionale, un piazzamento arrivato grazie alla foratura di Valtteri Bottas al giro numero 50.

Gp Gran Bretagna: cronaca e foto

La bravura di sfruttare le opportunità

Una grande soddisfazione per il monegasco dopo due gare senza punti, una Silverstone molto positiva che Leclerc ha commentato così: "La gara è stata molto difficile, appena ho sentito che Valtteri aveva un problema alle gomme ho molto rallentato, del resto anche Sainz ed Hamilton hanno avuto problemi dopo. Per me è stato un colpo di fortuna, ma nonostante ciò abbiamo fatto il massimo che oggi potevamo fare. Sono molto felice per come ho gestito le gomme sin dall' inizio della gara, e sono molto contento anche del bilanciamento della macchina. Abbiamo visto il potenziale delle prestazioni della nostra vettura, non è ancora quello che vogliamo, ma oggi siamo riusciti a sfruttare ogni opportunità e sono molto soddisfatto. Non saprei cosa dire sulle gomme della prossima settimana, non so quale sia stata la causa dei problemi oggi, forse detriti in pista, mapenso che Lewis abbia forato in una curva e Valtteri in un’altra. Magari rivedranno la scelta, non lo so, non posso dirlo. E’ una cosa che spetta agli uomini della Pirelli che sicuramente indagheranno”.

Fattore gomme

Ai microfoni di Sky, Leclerc ha aggiunto: "Sarei stato contento anche del 4° posto, perché comunque avremmo massimizzato quello che avevamo. Ripeto che non è ciò per cui vogliamo lottare, ma in una situazione come questa dobbiamo provare a fare il meglio con quello che abbiamo, anche a livello di strategia, mentre per quanto mi riguarda sono molto contento di come ho gestito la gomma in generale, e questa è una cosa molto positiva per quando poi potremo di nuovo lottare per la vittoria. Con un assetto scarico ed aggressivo come quello che avevamo scelto per avere più velocità nei rettilinei mi sarei aspettato più difficoltà nel gestire i pneumatici, ma così facendo scivoliamo di più nelle curve e questo non fa bene alle gomme. Essere riusciti a far durare la hard ed a mantenere una certa performance per tutta la gara era molto difficile, e per questo sono contento".